Incendio nelle pinete a sud di Gallipoli: trovato solo il cranio di una vittima – IL VIDEO

24053

Gallipoli – Solo il cranio. È rimasto solo il cranio di un corpo umano che le fiamme divampate intorno alle 14,30 hanno del tutto consumato. Scenario: la pineta a sud della città, nuovamente bersaglio del fuoco.

Il tratto di pineta è lo stesso in cui un incendio aveva bruciato macchia mediterranea e alberi appena due settimane fa. I canadair sono così tornati sul litorale sud di Gallipoli, nel tratto compreso tra i grandi alberghi e Punta della Suina – campeggio Baia di Gallipoli.

Pubblicità

La macabra scoperta è stata fatta dai vigili del fuoco di Gallipoli e Maglie, impegnati a fronteggiare il divampare dell’incendio alimentato da un vento piuttosto robusto.

Sul posto, una volta spento anche l’ultimo focolaio, sono arrivati i carabinieri e la polizia mentre è stata informata l’autorità giudiziaria. La zona è stata recintata per cercare di rinvenire qualche particolare che possa aiutare ad indentificare la vittima. Hanno prestato la loro opera anche la Protezione civile di Gallipoli e i vigili urbani.

Il fatto però che le fiamme siano state attive almeno per un paio di ore non lascia molte speranze. A meno che la persona divorata dal rogo non abbia rapporti nella zona per cui qualcuno potrebbe presentarsi per denunciarne la scomparsa. Altrimenti, dicono gli inquirenti, potrebbe essere lungo e faticoso dare un nome alla vittima.

Dai primi rilevamenti sembrerebbe che il focolaio sia iniziato vicino alla litoranea Gallipoli-Leuca, in una zona adibita stagionalmente a posteggio. Non  si esclude al momento l’ipotesi del dolo.

Hanno collaborato Anna De Matteis e Francesca Maruccia

 

 

 

Pubblicità