In vacanza a Gallipoli per rubare: 19enne denunciato dalla Polizia. Felici i turisti ringraziano gli agenti

6017

Gallipoli – Un 19enne incensurato è l’autore di ben quattro furti commessi ai danni di altrettante famiglie in vacanza a Gallipoli. L’indagine lampo è stata condotta dagli agenti del Commissariato di polizia di Gallipoli a seguito delle denunce di furto di ingenti somme di denaro sottratte ai turisti, italiani e stranieri in vacanza in città.

A complicare le indagini è stata l’assenza di telecamere di videosorveglianza nell’ampia struttura ricettiva dove alloggiavano i villeggianti. Tra l’altro lo stesso autore dei furti è risultato anch’egli ospite insieme ad altre centinaia di clienti in vacanza nella stessa struttura.

Nell’arco di pochi giorni, il giovane era riuscito a compiere un furto di 1.000 euro ai danni di una famiglia tedesca, un furto di 470 euro, oltre ad un paio di occhiali da sole griffati ed una videocamera ai danni di una famiglia olandese, un furto di 95.00 euro ai danni di una famiglia romana e, persino, un furto di 15 euro ai danni di un’altra famiglia olandese. I furti sono risultati commessi tutti in un’area circoscritta, all’interno di casette mobili e con le stesse modalità.

Sono stati gli addetti alla vigilanza privata a riferire dei sospetti su un gruppetto di giovani in vacanza nella struttura e che si è scoperto poi essere in procinto di lasciarla per fare rientro a Bari. Il gruppo è stato, infatti, fermato alla reception con i trolly in mano pronto per la ripartenza.

Uno dei ragazzi, particolarmente insofferente alla vista degli agenti, ha pure tentato di disfarsi di alcuni oggetti gettandoli nei bidoni della spazzatura ma i poliziotti hanno subito recuperato gli oggetti trafugati alla turista olandese, ossia il paio di occhiali da sole griffati e la videocamera.

Il 19enne, messo alle strette dall’evidenza, ha poi ammesso le sue colpe confessando tutti i furti commessi e restituendo il denaro rubato (ad eccezione di qualche decina di euro già spesa per acquisti personali) e finendo per essere denunciato in stato di libertà per il reato di furto aggravato e continuato in abitazione, mentre i tre amici sono risultati estranei alla vicenda.

Alla fine della vicenda i malcapitati derubati hanno ringraziato gli agenti della Polizia di Stato per il felice esito della loro azione investigativa.