“In questo inizio di futuro”, il Coronavirus ispira gli “Accasaccio”, “alla ricerca di un mondo migliore”

1676

Muro Leccese – Uggiano la Chiesa – “In questo inizio di futuro” è il titolo del nuovo singolo della band musicale degli “Accasaccio” che viene lanciato quest’oggi. «Non vogliamo che tutto torni come prima, no, noi vogliamo un mondo migliore di prima solamente così il momento drammatico che stiamo vivendo avrà avuto un senso» racconta Gianmarco Monteforte (di Uggiano la Chiesa, voce e ukulele) insieme a Emilio Maggiulli (di Muro Leccese, chitarra e voce), Davide Corsano (synth e tastiere), Peppe Giannuzzi (di Squinzano, violino), Diego Martino (di Monteroni, batteria) e Davide Codazzo (basso).

Il nuovo brano, nato proprio in questi drammatici giorni di emergenza da Coronavirus,  viene presentato quest’oggi nella formula più attuale possibile, ovvero tramite la diretta sulla pagina Facebook del gruppo. «La natura si sta rigenerando e molte persone, chiuse nelle proprie case, si stanno inevitabilmente confrontando con la propria coscienza. Se non avviene ora una svolta globale, quando mai potrà avvenire?», fanno sapere dalla bandcon le parole che riassumono il significato profondo del testo che rappresenta, anche nelle note, un richiamo alla danza come mezzo di rivalsa sulla sofferenza.

La band 

Gli Accasaccio si sono fatti conoscere al grande pubblico grazie alla partecipazione (erano in quattro) nel 2019 al talent televisivo XFactor, ma il gruppo tutto salentino ha una storia che li unisce dal 2016 e nata in maniera del tutto casuale, condizione questa che ha ispirato anche il nome della band. Dopo “Un calice al cielo”, il loro primo brano, il gruppo è cresciuto continuando a sperimentare e innovare e dando vita a vere e proprie feste in musica dai ritmi travolgenti.