In camper, per il tour annuale e per svernare: l’altra stagione turistica in cui si distinguono Gallipoli e Gagliano del Capo

787

Gallipoli – Da tutta Italia per trascorrere il Capodanno e l’intera settimana a cavallo tra la fine del vecchio e l’inizio del nuovo anno a Gallipoli, dando uno sguardo anche al Salento.

Anche per queste festività 2019 il Camping la Masseria ospita un raduno di camperisti: 55 equipaggi per 110 persone associati del camper Club Italia con sede a Bologna, che raccoglie soci da tutto lo stivale.

Il Camper club di Bologna ha scelto Gallipoli

Il sodalizio organizza almeno un’uscita al mese con un programma approvato e reso pubblico nel mese di settembre. Per nulla casuale dunque la scelta del Salento: “Ormai scegliamo ogni anno una meta italiana con un clima più mite – commenta il presidente del Club, Giancarlo Valenti – anche se, a dire il vero, questo freddo salentino non ce lo aspettavamo”. Il riferimento è ovviamente alle temperature insolite di queste giorni.

Perché proprio Gallipoli? “La scelta di Gallipoli – continua – in realtà è secondaria rispetto alla scelta della struttura e dei servizi offerti. Conoscevo già il Campeggio e la sua capienza, così come tutte le comodità e il fatto non trascurabile che sia uno dei pochi aperti tutto l’anno”.

Il perché della scelta

Insomma a fare la differenza è l’offerta: “Per un raduno invernale occorre un luogo che abbia grande capacità di accoglienza, una grande sala dove incontrarsi, sostare, socializzare, la possibilità di effettuare escursioni e degustazioni, servizio navetta, l’organizzazione del cenone del 31 ed altro ancora. Se tutto questo fosse stato in un’altra città- affermano i promotori – avremmo scelto diversamente”.

Il gruppo è arrivato il 28 e si tratterrà fino al 3. Nei giorni di permanenza avrà la possibilità di visitare il centro storico di Gallipoli e i suoi muse; prevista visita in cantina con degustazione, escursione a Matera ed escursioni per i presepi e il cenone di Capodanno presso uno dei ristoranti del gruppo “I Coppola” con tanto di “pupo” da bruciare all’interno della struttura.

Aperto anche il camping di Leuca

Abbiamo fatto qualche richiesta di preventivo e l’offerta gallipolina è stata quella più completa”- conclude il presidente. Ma non solo destinazione Gallipoli: un raduno di appassionati del turismo all’aria aperta di camperisti pugliesi, si tiene in questi stessi giorni a Gagliano del Capo presso il camping Santa Maria di Leuca, un altro campeggio tra i pochi aperti tutto l’anno che promuove attività diversificate e mirate nei periodi festivi e di bassa stagione.

Un lavoro di programmazione che ripaga dei “sacrifici” economici di tenere in piedi per 365 giorni interi assetti di personale, servizi, utenze a volte anche per pochissime presenze. Ma questa attività è anche un contributo alla percentuale di arrivi e presenze su cui la Puglia registra il segno più, assecondando le scelte che in questi anni hanno privilegiato Gargano e Salento.

Una tendenza da incoraggiare

Alla tendenza dei raduni e delle gite di fine anno si aggiunge inoltre quella ormai consolidata degli ospiti provenienti dal Nord Europa e dal Nord Italia che giungono qui in camper tra novembre e dicembre per svernare in attesa della primavera; una piccola comunità perfettamente ambientata.

Tra il ritrovo dei camperisti, turisti che arrivano per i fine settimana festivi e i gli ospiti che trascorrono l’inverno con noi – commentano dalla direzione de La Masseria – in questo periodo registriamo circa 250 presenze giornaliere”.