In attesa dei tempi “normali” i tifosi del Milan si organizzano. Tra i dirigenti i rossoneri di Gallipoli e Supersano

437

Gallipoli – Nonostante pandemia, divieti di riunioni e precauzioni varie ma importanti, c’è un amore che non vuole per questo vedere affievolirsi la propria passione e intensità: è quello per il Milan che ha rinnovato in questi giorni la delegazione regionale e provinciale. Per la provincia di Lecce il coordinatore è Andrea Natali di Gallipoli; nella a regionale c’è Aldo Elia di Supersano.

“Anche in tempi molto difficili – si legge in un comunicato diffuso dai club rossoneri – il viscerale legame con il nostro amatissimo Milan è sempre rimasto solido. Anzi pur lontani dai ragazzi e da San Siro, l’amore per i colori rossoneri è ulteriormente cresciuto. Perciò in questi mesi i Milan club pugliesi hanno lavorato alacremente per farsi trovare pronti, in vista (speriamo presto) del ritorno alla normalità”.

Ecco motivata la riorganizzazione dei sodalizi del Milan in terra pugliese. Il nuovo coordinamento regionale è composto da Giuseppe De Candia (Milan Club Molfetta) che lo presiede; suo vice è Aldo Elia (Mc Supersano), mentre Severino Dell’Aglio (Mc Palagiano) è il segretario. In passato De Candia, 62 anni, ha ricoperto il medesimo ruolo prima dell’arrivo di Angelo Gaeta, storica figura del tifo rossonero di Puglia e scomparso pochi mesi fa.

Nominati anche i coordinatori provinciali: Vincenzo Cassanelli (Mc Bisceglie) è il punto di riferimento dei club di Bari e Bat; Giuseppe Speranza (Mc San Pietro Vernotico) coordina i club brindisini; Matteo Conversano (Mc Cerignola) è il rappresentante dei milanisti di Foggia; Andrea Natali (MC Gallipoli) cura i club leccesi; infine Rocco Orlando (Mc Montemesola) è il portavoce della provincia di Taranto.

La comunicazione è stata affidata a Giuseppe Di Cera, Michele Pinto e Giacomo Ferrarese, mentre Mauro Pulpito è il Brand Ambassador della Puglia. I dirigenti hanno in programma diverse attività “nel pieno rispetto delle attuali disposizioni nazionali, tese a vietare la creazione degli assembramenti”.

“Ciò non impedirà di manifestare ugualmente, con rinnovata energia e orgoglio – concludono i dirigenti dei Milan club – la nostra appartenenza attraverso iniziative da sviluppare con l’ausilio dei social. L’obiettivo sarà avvicinare maggiormente i tifosi al mondo Milan, ad esempio attraverso trasmissioni online, che coinvolgano personalità legate al rossonero sotto ogni profilo”,