Il triplista Daniele Greco (di Galatone) punta ai Campionati italiani Assoluti e guarda alle Olimpiadi di Tokyo

1029
Daniele Greco

Galatone – Prima l’infortunio, poi la pandemia, adesso l’ennesimo tentativo di redenzione. Daniele Greco punta con decisione ai prossimi campionati italiani Assoluti che si disputeranno a Padova nell’ultimo week end di agosto.

Il triplista di Galatone si era infortunato per l’ennesima volta a gennaio, ma a marzo si era già ristabilito grazie alle cure fisioterapiche. Periodo in cui esplose il Coronavirus che, di fatto, mise in ghiacciaia il ritorno in pista del trentunenne delle Fiamme Oro guidato dal professor Raimondo Orsini.

Intatto il sogno delle Olimpiadi di Tokyo

Ma il 2020 del salentino non è totalmente naufragato. Gli Assoluti di Padova e l’obiettivo di ritrovare continuità di rendimento, rappresentano l’ennesima sfida di un ragazzo che negli ultimi anni è stato tormento dagli infortuni. Il sogno delle Olimpiadi di Tokyo resta intatto e il rinvio di un anno dei Giochi giapponesi ha giocato a favore di Daniele Greco.

A causa del Covid-19 non ho potuto completare l’ultima parte della riabilitazione perché i centri medici erano chiusi – spiega il campione di salto triplo –. Ad ogni modo mi sono ristabilito completante e ho iniziato ad allenarmi in pista già dai primi di maggio. Adesso mi sento al 70% delle mie potenzialità e conto di arrivare al top della condizione per la prossima edizione dei campionati italiani”.

Oltre agli Assoluti prenderò parte ad altre manifestazioni e alcuni meeting, ma ai fini della qualificazione per le prossime Olimpiadi di Tokyo bisognerà attendere le gare del 2021, che saranno quelle cruciali. Il periodo di quarantena non mi ha penalizzato perché non avrei comunque potuto gareggiare per via dell’infortunio. Adesso la priorità è tornare a saltare nell’ambito di una gara ufficiale. In questo momento sono alla ricerca della continuità, quindi il risultato è superfluo”, conclude Greco.