Il “Patto per la lettura” coinvolge dieci paesi del Capo di Leuca: a Corsano la presentazione del progetto

664

Corsano – Un “Patto locale per la lettura” nel Capo di Leuca: se ne parlerà venerdì 8 novembre, alle ore 17.30, presso l’auditorium comunale “L’orologio” di Corsano alla presenza, tra gli altri, del presidente della Regione Michele Emiliano e del sindaco Biagio Raona. I Comuni interessati sono Alessano, Castrignano del Capo, Corsano, Gagliano del Capo, Morciano di Leuca, Patù, Presicce-Acquarica, Salve, Specchia e Tiggiano coordinati dall’associazione Narrazioni di Alessano (soggetto capofila) presieduta da Andrea Cacciatore.

«Il Patto locale per la lettura permetterà a tutti gli attori della filiera di incontrarsi e confrontarsi al fine di perseguire il comune obiettivo di promuovere la lettura. In una terra come quella del Capo di Leuca sempre più segnata dall’impoverimento sociale, economico e demografico – afferma Cacciatore – è necessario unire le forze e muovere tutte le leve per frenare e se è possibile invertire questo circolo vizioso che rischia di desertificare tutti i comuni». Se l’Italia è uno dei Paesi europei in cui si legge di meno, la Puglia è fra le Regioni italiane agli ultimi posti in tale classifica.

Strutture da mettere in rete

«Quasi tre quarti dei cittadini non leggono nemmeno un libro all’anno. Una delle ragioni di questo grave ritardo è data dalla debolezza delle infrastrutture culturali, fra cui in primo piano ci sono le biblioteche di pubblica lettura, che in particolare nella zona del Capo di Leuca sono inesistenti o chiuse, e quelle che ci sono si trovano in estrema difficoltà operativa»,  afferma Vincenzo Santoro, responsabile del dipartimento Cultura e turismo di Anci.

Pubblicità

Attraverso la sottoscrizione del “Patto locale” si punta alla gestione unitaria delle biblioteche comunali e scolastiche ma anche al consolidamento delle attività di promozione della lettura. «La speranza è che anche ai cittadini del Capo di Leuca sia concesso il diritto di fruire di servizi culturali che in altre zone dell’Italia sono assolutamente scontati», conclude Santoro.

Il progetto è finanziato dalla Regione Puglia, dai comuni partner che hanno ottenuto la qualifica di “Città che legge” per il biennio 2018-2019 (Presicce-Acquarica, Alessano, Corsano, Salve e Patù) e dell’associazione Narrazioni.

 

Pubblicità