Il mare, le storie e il suo linguaggio universale, a Gallipoli la quinta edizione del Gozzo international festival

Ricco il programma della manifestazione organizzata dal Gruppo Caroli Hotels

314

Gallipoli – Quinta edizione del Gozzo international festival, in programma a Gallipoli da giovedì 10 a domenica 13 ottobre prossimi. La manifestazione, promossa da Caroli Hotels, attraverso il Gozzo, la barca da pesca per eccellenza che affonda le proprie radici nelle origini della navigazione, intende celebrare le culture dei paesi che si affacciano sul Mediterraneo con una serie di incontri (protagonista Stefano Cristante dell’Università del Salento) legati dal “filo rosso” del Sabir, la cosiddetta “lingua franca del Mediterraneo”, costituita da un lessico prevalentemente italiano e spagnolo con alcune voci arabe, e da un sistema grammaticale estremamente semplificato, usata nei più elementari rapporti di commercio tra europei e arabi, e anche a bordo dei piroscafi mercantili con equipaggi misti.

Stefano Cristante

«Acclamare il Sabir – fanno sapere gli organizzatori – dimostra come è stato fondamentale in passato parlare una lingua comune per chiunque volesse lavorare con il mare o sul mare: il Mare Nostrum era infatti un vero e proprio crocevia di culture e storie che avevano bisogno di comunicare tra loro».

Storie e tradizioni

Luigi Mba Pi Tricarico

Ricco il cartellone degli eventi in programma (prenotazioni al numero 0833/26183): il legame di Gallipoli con la tradizione verrà rispolverato da Luigi ‘Mba pì Tricarico che parlerà delle Confraternite religiose e dai fratelli Abate che illustreranno le tecniche della trama delle nasse gallipoline. Protagonisti anche gli studenti degli Istituti nautici presenti (con il “Vespucci” di Gallipoli) che avranno modo di incontrare “maestri d’ascia” provenienti da molte marine della penisola e aver degli scambi circa le tecniche tradizionali.

Pubblicità

L’incontro con i “maestri d’ascia”

Nel variegato programma, giovedì 10 ottobre alle 19 è prevista l’inaugurazione del Cantiere dei maestri d’ascia alla Galleria dei due mari, il giorno dopo alle 13 le regate dalla banchina del Canneto e alle 15.30 l’incontro con Giovanni Caputo e i maestri d’ascia per le dimostrazioni marinaresche e con i fratelli Abate per realizzare le nasse.

Visite anche a Ugento e Leuca

Sabato 12 ottobre alle 18.30 nella Galleria dei due mari la rappresentazione teatrale di Luigi Mba Pi Tricarico, con proiezione di fotografie di Michele Esposito, la premiazione degli equipaggi (ne sono attesi almeno una decina) e “Pesce in tavola” con InMare a cura dello chef Eurotoques Onofrio Terrafino all’Hotel Bellavista Club. Alle 9 di domenica è in programma la visita al castello di Ugento con degustazioni di prelibatezze enogastronomiche locali selezionate da “La dispensa Caroli” nelle scuderie dell’ottocentesca Villa La Meridiana a Leuca.

Pubblicità