Il grande cuore di Nardò

1792

nard per violaNardò. Dolore e sconforto anche a Nardò, città del consigliere regionale Cristian Casili. Annullata la “Notte bianca”, spente le luci del castello ed illuminata di “viola” (come il nome della piccola scomparsa) la fontana, in tanti si sono ritrovati la sera dopo la tragedia in piazza Salandra (foto) per la fiaccolata e la veglia di preghiera. Era stato lo stesso blogger Roberto De Pace, curatore del sito Agorà notizia, a lanciare la proposta di annullare la prevista “Notte bianca” in segno di dolore e di rispetto per la famiglia Casili, organizzando la veglia cui hanno preso parte tantissimi neretini.
A rilanciare la proposta l’Unione commercianti e l’associazione vittime della strada “Alla conquista della vita”. «La tragedia ha turbato e commosso l’intera comunità, profondamente scossa da un evento così devastante accaduto in circostanze inaccettabili», ha scritto il sindaco Marcello Risi nel decreto con il quale ha subito proclamato il lutto cittadino invitando poi dirigenti e docenti delle scuole cittadine, “ad organizzare momenti di confronto e riflessione sui temi della sicurezza stradale”.