Il giornalista Mario Calabresi a Maglie e Lecce per presentare il suo libro che racconta di resilienza

627
Mario Calabresi

Maglie-Lecce – Dopo le tappe di Bari, Andria e Bisceglie, Mario Calabresi, già direttore di “Repubblica” e “La Stampa”, il 3 dicembre sarà nel Salento per presentare il suo libro “La mattina dopo” (Mondadori).

In mattinata due incontri: uno al liceo scientifico “Da Vinci” di Maglie e l’altro a Lecce presso l’Unità operativa di Oncoematologia pediatrica del “Vito Fazzi”. Nel pomeriggio alle 18, sempre a Lecce, nell’auditorium del Museo Castromediano per un appuntamento promosso da Mondadori Bookstore, in collaborazione con “Conversazioni sul Futuro”, “Io non l’ho interrotta” e Polo Bibliomuseale di Lecce.

Con gli studenti per parlare di resilienza

Annarita Corrado

Alle 9 nell’auditorium del liceo scientifico “Da Vinci” ci saranno gli alunni pronti ad ascoltare le storie di resilienza e di coraggio di persone che hanno trovato la forza di reagire dopo un dolore, una sconfitta, un fallimento.

Pubblicità

Perché proprio il testo di Calabresi? “Perché è un libro che parla della fiducia e della voglia di ricominciare dopo un’esperienza negativa – sottolinea la dirigente Annarita Corrado. – Trasmette un messaggio positivo di fiducia in se stessi, uno stimolo a trovare la forza e la capacità di ripartire dopo un momento di sconforto e di difficoltà”. Incontro importante con i ragazzi “perché capiscano che tante sono le cadute e i problemi nella vita di tutti i giorni, ma c’è sempre una mattina dopo”, conclude la dirigente.

Due incontri a Lecce

Assunta Tornesello

Alle 11,15 seconda tappa della mattinata presso il Day Hospital dell’Oncoematologia pediatrica del “Vito Fazzi” di Lecce (terzo piano). Calabresi dialogherà con i genitori e gli operatori del Servizio, per i quali è stato pensato l’incontro.

La dottoressa Assunta Tornesello, direttore dell’Unità operativa, evidenzia il valore dell’incontro con un autore che attraverso il suo testo tocca la sensibilità e le corde di chi ogni giorno affronta una sfida per la vita da due sponde diverse e complementari: pazienti e operatori. “Abbiamo pensato al testo di Mario Calabresi, che ringraziamo ancora per la disponibilità e sensibilità – afferma Tornesello – anche per la possibilità che l’incontro ci offre di aprire un possibile dialogo con noi stessi, le nostre perdite e rinascite, con le nostre difficoltà e risorse, con le nostre ‘mattine dopo’”.

Nel pomeriggio, alle 18, sarà invece il giornalista Pierpaolo Lala a coordinare l’incontro con Calabresi presso il Museo Castromediano.

Pubblicità