Il Covid non si ferma: 151 nuovi contagiati. Il caso Diso: in quattro giorni da Comune free a due positivi

1096

Gallipoli – Si muove sempre di poco, ma si muove sempre nella stessa direzione, in salita, la curva dei principali indicatori dell’epidemia da Covid in Puglia. Nelle ultime 24 ore i casi positivi sono stati 4,33 ogni cento test. Questo il risultato dei complessivi 3.486 test e dei 151 contagiati dal virus, in cui Diso, quattro giorni fa Comune Covid free, oggi ne registra due.

Salgono i ricoveri, certo non paragonabili a quelli registrati in marzo-aprile scorsi, quando erano circa 25 al giorno- I numeri sono discordanti tra Ministero Salute (236) e Regione (244) ma anche qui con incrementi di alcune unità rispetto a ieri. Si tratta di tempi di elaborazione dei dati, è stato chiarito più volte.

Quindici guariti in più

In Puglia le terapie intensive contano oggi 13 degenti, uno in più di ieri. I guariti continuano, per fortuna, a crescere in questa ultima tornata di 4.739 con un incremento di 15 unità. Caso a parte oggi il numero dei contagiati emersi nel Barese: 97 dei 151 totali. Di conseguenza i positivi attivi sono diventati 136 in più e altri 130 sono così finiti in isolamento domiciliare.

Per la situazione del Barese, dopo il focolaio di Polignano a mare, il dato è frutto in gran parte riconducibile al Cara di Bari, centro in cui si concentrano le persone straniere in attesa di asilo in Italia. E come il Covid è entrato nelle caserme (Guardia di finanza, Carabinieri, Polizia di stato…) è entrato anche nel Cara, dove comunque l’isolamento è scattato da tempo. I nuovi positivi sono i casi già isolati e in attesa degli esiti dei tamponi.

Altri 151 positivi, il 4,33% dei tamponi

Il resto della Puglia annota 21 casi nella Bat, 16 nel Foggiano, otto a Taranto, quattro a Brindisi e tre nel Leccese. Non ci sono decessi. Preoccupazione invece nel Comune di Diso. In quattro giorni il Sindaco Antonella Carrozzo ha dovuto comunicare che il paese, tra i 18 Covid free del Salento, ha dovuto contare il secondo caso. L’occasione è stata colta dal primo cittadino per rassicurare sul monitoraggio dell’andamento da parte dell’Asl Lecce e a richiamare tutti i cittadini al rispetto pieno delle regole in vigore.