Il Covid ne infetta 71 ad Alberobello: è il nuovo focolaio di Puglia. Festicciole indiziate dei problemi in una quinta di Casarano. Fitto fuori dalla quarantena

1959

Gallipoli – Per conoscere le ultime imprese del Covid in Puglia oggi bisogna guardare ad Alberobello. Il paese dalla fiabesca bellezza riconosciuta universalmente è la sede del focolaio più preoccupante di questi giorni: 59 ospiti di una Residenza assistita sui 62 totali sono risultato positivi al virus; con loro 12 addetti sui 27 totali.

I 71 casi di Alberobello – dove il Sindaco ha chiuso il Comune fino a lunedì – fanno schizzare a 169 i casi del Barese  in un totale di 315, intercettati dopo 5.844 tamponi, nuovo record. La percentuale è di 5,4 positivi ogni cento test. Ieri, nonostante i 5.588 esami, la percentuale era a 3,22. Vedendo le percentuali dei giorni precedenti, ferme intorno al 5%, può dirsi che si sia davanti ad un picco episodico anche se i 6mila tamponi circa sono un test piuttosto importante.

Infetto il 5,4% dei testati

Dopo Bari (un decesso), Foggia è a 55 (con il secondo decesso della giornata), Taranto a 37, la Bat a 28, Brindisi a 13 (e Lecce a 11. Le fonti ministeriali danno 311 ricoverati (contando l’unico di oggi), il bollettino regionale 334. Ad ogni modo, non si registrano ospedali sotto stress per ondate di richieste, assicurano le autorità sanitarie regionali. Ferme le Terapie intensive a 23 degenti. Isolamento in casa per altre 230 persone, mentre i guariti crescono di 82 unità.

Scuole, case di riposo e feste restano i tre principali luoghi di contagio. Basta dare uno sguardo alla cronaca. Comune e scuola media chiusa a Gravina di Puglia; a Brindisi e Mesagne sono stati scoperti positivi due alunni di 3 e 8 anni. A Lecce i due ultimi casi riguardano il padre e la figlioletta.

Scuole e festini in ballo

Tutti negativi i tamponi effettuati nella scuola dell’Infanzia di Tricase, dopo l’insegnante trovata positiva. A Casarano invece una intera quinta elementare è stata mandata a casa per un loro coetaneo con l’infezione da Covid . Positivi anche i genitori. Forti sospetti su di una festa per la cresima cui il bambino una decina di giorni fa aveva partecipato; poco dopo aveva organizzato e tenuto una festa per la sua Prima comunione.

Esce dalla quarantena e dall’infezione infine l’europarlamentare di Maglie Raffaele Fitto, insieme alla moglie. Come si ricorderà il politico, già candidato alla Presidenza della Regione, era stato contagiato da un suo stretto collaboratore.