“Il cortile dei libri parlanti” porta a Casarano la “cellularite cerebrale” di Giuseppe Castrignanò

1074

Casarano – Riprendono a Casarano gli incontri della rassegna culturale “Il Cortile dei libri parlanti”, giunta alla sua quinta edizione. In collaborazione con “I presidi del libro”, nell’ambito del cartellone estivo dell’Amministrazione comunale “RiparTiamo da Casarano”,  sabato 25 luglio alle ore 21 nel chiostro è in programma la presentazione del romanzo di Giuseppe Castrignanò (di Copertino), dal titolo “Cellulari e cellulariti cerebrali… tra invenzione e realtà”.

Con l’autore dialogheranno lo scrittore e giornalista Raffaele Polo e l’editore Luciano Pagano. Gli interventi musicali saranno affidati al trio Slow b-hand, composta da Gabriele Danese alla chitarra, Davide Schito alla batteria e la voce di Alessia Orlandini.

Il libro

«La “cellularite cerebrale” è la patologia dell’uomo contemporaneo, che passa davanti a uno schermo più tempo di quello che passa davanti a un libro, a un sorriso, a un panorama.  Castrignanò – affermano i promotori – con le sue ‘conversazioni’, dialoghi seri e semiseri, tra invenzione e realtà, utilizza la tecnica dell’ironia, l’unico farmaco che può essere somministrato senza controindicazioni, per fare in modo di non smarrire, davanti a uno schermo, il nostro essere umani”.

Vito Adamo

Il motto della rassegna di quest’anno, la cui direzione artistica è curata dal poeta di Alliste Vito Adamo, è un verso dell’ultimo canto dell’Inferno di Dante: “E quindi uscimmo a riveder le stelle”. Un augurio per tutti coloro che – artisti, operatori, lettori – negli ultimi mesi non si sono potuti incontrare, di persona, per celebrare la poesia e la cultura.