Il cardinal Angelo De Donatis a capo dell’Esarcato apostolico su indicazione di Papa Francesco. Nuova soddisfazione a Casarano

6757
Cardinale Angelo De Donatis

Casarano – Nuovo prestigioso incarico per monsignor Angelo De Donatis che, su indicazione di Papa Francesco, è stato nominato Amministratore apostolico dell’Esarcato apostolico per i fedeli cattolici ucraini di rito bizantino residenti in Italia. Per il cardinale di Casarano, già vicario del Pontefice nella diocesi della Capitale, si tratta dell’ennesima conferma del rapporto di stima che lo lega a Bergoglio.

Fu proprio il Papa argentino a scegliere l’allora prete di Casarano (in servizio nella parrocchia di San Marco evangelista al Campidoglio) per gli esercizi spirituali della Quaresima del 2014, nella casa del “Divin Maestro” ad Ariccia, riconoscendone “le doti umane e la profonda preparazione”.

De Donatis ha poi “bruciato” le tappe essendo stato nominato vescovo il 9 novembre del 2015, nella Basilica di San Giovanni in Laterano e, a seguire, vicario del Papa nella diocesi di Roma il 26 maggio del 2017, sempre da Bergoglio. Dello scorso giugno è anche la nomina a Cardinale per il 65enne casaranese.

Pubblicità

L’Esarcato apostolico conta circa 70mila fedeli, raggruppati in 145 comunità assistite da 62 sacerdoti, e si estende a tutti i fedeli della chiesa greco-cattolica ucraina in Italia. La sede dell’Esarca, finora vacante, si trova presso la cattedrale dei Santi Sergio e Bacco degli Ucraini, a Roma.

Grande la soddisfazione a Casarano per il nuovo, importante incarico affidato a monsignor De Donatis che malgrado gli innumerevoli impegni non manca di tornare periodicamente nella sua città per riabbracciare l’anziana madre e salutare gli amici.

Pubblicità