Igiene ambientale e sanità: assemblea territoriale a Poggiardo col segretario nazionale. Interessati 15mila addetti

443

Poggiardo – Una occasione per fare il punto della situazione sulle condizioni di lavoro e le prospettive dei 15mila lavoratori pubblici della sanità pubblica e privata e del comparto Igiene ambientale della provincia di Lecce (esclusi quindi i settori ricerca, università e scuola). E’ l’obiettivo dichiarato dell’assemblea territoriale pubblica organizzata a Poggiardo dalla Funzione pubblica Cgil di Lecce.

Vi parteciperà la segretaria generale nazionale della federazione, Serena Sorrentino. L’appuntamento è per domani, martedì 12 novembre alle ore 17 nel Palazzo della Cultura di piazza Umberto I.

Il piano delle assunzioni 

Il programma prevede dopo i saluti della segretaria generale della Cgil Lecce, Valentina Fragassi, l’introduzione della segretaria generale della Fp-Cgil Lecce, Fiorella Fischetti. Dopo il dibattito, con gli interventi dei delegati salentini, la parola passerà al segretario generale della Fp-Cgil Puglia, Domenico Ficco, ed a Serena Sorrentino per le conclusioni.

Siamo alla vigilia di un nuovo piano assunzionale da 150mila posti all’anno per tre anni. Una iniezione necessaria, che pareggia il saldo negativo dovuto ai pensionamenti dovuti a Legge Fornero e Quota 100. Ora è necessario – afferma il segrtario di categoria Fischetti – che Regioni e Comuni facciano la propria parte per attivare un surplus di assunzioni entro il 2024. Oggi infatti il pubblico impiego è sottodimensionato e garantire il turnover al 100% non basta”.

“Con l’inclusione il Paese cresce”

“Il sistema pubblico è votato all’inclusione, alla solidarietà, a garantire a tutti i cittadini l’esigibilità dei diritti costituzionali – dice Valentina Fragassi (foto), numero uno della Cgil provinciale – e quando questo sistema funziona, il Paese cresce e si creano migliori condizioni di vita per i cittadini e per gli investimenti dei privati. Lo Stato deve tornare ad investire sul lavoro pubblico: salute, tutela del patrimonio pubblico, sicurezza, ambiente sono centrali per lo sviluppo del territorio”.