Idee per 8 milioni

1644
Sopra  il castello di Felline che sarà recuperato e l’ex asilo di via Vecchia Gallipoli che potrebbe diventare un centro per la terza età

Alliste. La Giunta comunale ha stilato l’elenco dei lavori pubblici che si prevede d’iniziare e concludere entro il 2013. Quasi otto milioni e duecentomila euro sarebbero destinati al finanziamento di numerose opere che vanno nella direzione di un potenziamento dei servizi e di un miglioramento della qualità ambientale del territorio.

Tra gli interventi più attesi dai cittadini, c’è sicuramente il recupero di due strutture simbolo di Felline: il castello baronale del 1100 nella piazza omonima e il frantoio ipogeo nei pressi della chiesa di San Leucio.

Sempre nella frazione, è previsto il completamento degli interventi di “traffic calming” per la sicurezza stradale di tutti, oltre a necessari lavori d’adeguamento e manutenzione a favore della scuola dell’infanzia di via Palermo.

Si arriva, così, sulla strada provinciale che collega Alliste e Felline, dove si pensa di potenziare la pista ciclabile e ristrutturare gli impianti sportivi.

Nel centro urbano allistino, invece, tutto è puntato sulla ristrutturazione dell’ex asilo di via Vecchia Gallipoli (che potrebbe diventare un centro per anziani), e sul completamento dei lavori che riguardano alcuni edifici scolastici (quello di via Montello e di via XXV Aprile) e la zona 167.

Non meno centrali sono gli interventi previsti sulla litoranea in materia di traffic calming e di riqualificazione ambientale, cui si aggiunge il prolungamento della pista ciclopedonale cui la Provincia ha destinato 300 mila euro.

Nell’elenco delle opere da realizzarsi nel 2013, compaiono anche la bonifica di una discarica in località Monterotondo, l’adeguamento dell’impianto di depurazione cittadino, la sistemazione di alcune strade rurali dissestate e, infine, la realizzazione di un centro di raccolta comunale in collaborazione con l’Ato Le3. Tutti i lavori pubblici menzionati s’inseriscono nel più ampio Programma triennale 2013-2015. Come si vede sono tutti nell’ottica di garantire ai cittadini una migliore qualità della vita anche attraverso la riqualificazione e valorizzazione ambientale.