I problemi della Sanità salentina al centro di un incontro fra Asl Lecce e Unione consumatori

533

Lecce – Le criticità del sistema sanitario salentino, in particolare nel periodo post Covid, sono state al centro dell’incontro svoltosi nella giornata di oggi fra il direttore generale dell’Asl di Lecce Rodolfo Rollo e i rappresentanti dell’associazione Udicon (Unione per la difesa dei consumatori) Maurizio Rampino e Biagio Malorgio, rispettivamente commissario regionale e presidente provinciale.

Rollo ha dichiarato di impegnarsi a riattivare entro fine luglio tutti i servizi sospesi e le prestazioni ambulatoriali bloccate.

Liste d’attesa e Pronto soccorso fra i nodi

Diverse le criticità di cui si è parlato nel corso dell’incontro, a cominciare dalle liste d’attesa con tempi troppo lunghi e dai Cup (Centri unici di prenotazione), che – hanno sottolineato Rampino e Malorgio – andrebbero resi più efficienti nel verificare i tempi di prenotazione di visite ed esami. Problematiche, queste, che ben conosce chi si trova nella necessità di usufruire di prestazioni sanitarie: basti pensare alle lunghe code cui sono costretti i pazienti fuori dall’ospedale di Gallipoli.

Code fuori dall’ospedale di Gallipoli

Udicon segnala poi carenze nella Medicina territoriale, nella funzionalità delle strutture ospedaliere e delle residenze socio-assistenziali per anziani e persone non autosufficienti, oltre che nell’assistenza domiciliare agli anziani. È emersa, inoltre, la necessità di potenziare i Pronto soccorso, in termini di personale e strumentazione, per evitare che i pazienti restino “parcheggiati” in attesa per ore.

Da qui la necessità condivisa da Asl e Udicon – di definire un Patto per la Salute tentando di affrontare anche la qualità del rapporto con le strutture sanitarie private convenzionate.