I gruppi musicali degli anni ’60 a Gallipoli e dintorni: ad Alezio la presentazione del libro di Cosimo Perrone

1308
I Killers group nel 1971 (da sx in alto Fernando Selvaggio, Tonino Cataldi, Fernando D’Aprile, Renato Imbriani, Enzo Magagnino

Alezio – “L’età dei complessi musicali”, ovvero “Le band degli anni Sessanta a Gallipoli, Alezio, Sannicola e Tuglie” è il libro di Cosimo Perrone che verrà presentato giovedì 22 ottobre ad Alezio. L’appuntamento è per le ore 18.30 presso El Barrio Verde al parco Don Tonino Bello. Insieme all’autore gallipolino dialogherà Marcello Miggiano, dell’associazione culturale Atlantide che organizza l’appuntamento. Ad accompagnare la serata saranno anche le note dei musicisti Claudio De Masi (di Casarano) e Walter Santoro (di Felline).

Il libro, di recente presentato a Gallipoli, ricostruisce gli anni d’oro delle band locali, con dovizia di foto d’epoca, che fiorivano ispirandosi ai complessi in voga in quegli anni. Un vero e proprio album da sfogliare per riscoprire molti dei protagonisti locali della musica degli anni ’60.

Gli anni dei “Killers Group”

A lasciare una traccia anche i  “Killers Group” ad Alezio, con Tonino Cataldi (voce solista), Salvatore Gianfreda (chitarra ritmica), Mario Seclì (sax), Ezio Magagnino (batteria), Renato Imbriani (chitarra solista) e Fernando D’Aprile (al basso).
«Rivolgeremo una particolare attenzione alla band aletina “Killers group” – spiegano i promotori – grazie alla quale – merito tra i tanti – “nella provincia cominciarono a circolare nomi come Deep Purple, Led Zeppelin, Uriah Heep, Black Sabbath, Jimi Hendrix, Carlos Santana e altri ancora, ancora sconosciuti al grande pubblico meridionale” – come riferisce l’autore del libro».

Esperto musicale e conoscitore della storia e delle tradizioni locali, Perrone ha dato alle stampe numerose pubblicazioni, tra cui anche “Notte te ‘macarie” (1988), “Riti e manifestazioni di culto a Gallipoli” (2003), “Il Monumento ai  Caduti di Gallipoli” (2004).