Alezio – Torna a tracciare le strade del gusto e della tradizione la “Confraternita del Pampascione salentino”, con l’ottava edizione del Convivium “Madonna de li Pampasciuni”, in programma l’1 e il 2 marzo. L’associazione aletina, guidata dal priore Vinicio Malorgio (di Tuglie), dopo aver fatto gli onori di casa nel 2017 ospitando il 36° raduno della Federazione italiana circoli enogastronomici (nelle foto), torna a radunare i custodi delle diversità culturali e gastronomiche italiane in occasione dei festeggiamenti in onore della “Matonna te li Pampasciuni”, tradizione ancora presente il primo venerdì di marzo nelle località di Acaya e Galugnano.

Tra visite guidate, degustazioni e laboratori, la cipolletta violacea – prodotto tipico locale in via di estinzione – quest’anno riunirà attorno a una tavola imbandita diverse confraternite provenienti da tutta Italia: la Confraternita del Gorgonzola di Cameri (Novara), il Circolo enologico Leoniceno Colli Berici di Lonigo (Vicenza), la Confraternita enogastronomica Bresciana della Grappa, Vini e antichi sapori di Brescia, la Confraternita del Capocollo di Martina Franca, la Confraternita del formaggio Piave Dop di Busche di Cesio Maggiore (Belluno), l’Ordine dell’amarena e del nebbiolo di Sizzano (Novara), la Confraternita Dogale della Marca di Mogliano Veneto (Treviso).

Il programma di eventi Per i confratelli dei circoli che da tutta Italia verranno a conoscere le tipicità e le tradizioni del territorio, il tour parte in anticipo rispetto al programma “istituzionale”, che l’1 e il 2 marzo porterà i partecipanti in giro per le bellezze e le golosità del Salento. Dopo le lezioni e degustazioni sui sapori dell’Alta Murgia barese con la visita ad Altamura di giovedì 28, la mattinata del 1° marzo si svolgerà a Matera. Nel pomeriggio il programma turistico confluirà nel tour istituzionale del “Convivium”: si partirà da Copertino, con la visita al santuario, al castello medievale e ai luoghi nativi di San Giuseppe, il santo dei voli. Dopo la visita e la degustazione dei vini dell’azienda “Cantina Conti Zecca” a Leverano, in serata cena presso “Le Macare” ad Alezio.
La seconda giornata partirà da Gagliano del Capo, con la mattina dedicata al racconto della secolare passione per l’olivicoltura della famiglia dell’agronomo Giovanni Melcarne, con visita, lezione e degustazione al suo oleificio “Forestaforte”. Dopo il pranzo a Santa Maria di Leuca, la Confraternita e i suoi ospiti si trasferiranno nel centro storico di Alessano e sui luoghi di don Tonino Bello. Si proseguirà con Presicce e cena del Convivium presso l’agriturismo “Le Site” di Corigliano d’Otranto, alla presenza del presidente nazionale della Fice (Federazione italiana circoli enogastronomici) Marco Porzio e delle diverse confraternite. Il programma turistico proseguirà domenica 3 con la visita guidata a Lecce, Acaya (paese per eccellenza del “Muscari comosum”) e Galatina (info e prenotazioni ai numeri 0833/281916, 335/1900159 email: direzione@montedelia.com).
Pubblicità

Commenta la notizia!