Daniele Greco
Daniele Greco

GALATONE. Daniele Greco, triplista purosangue di Galatone, punta ai campionati del mondo di atletica leggera di Londra, ad agosto. Ultimo intoppo alcuni giorni di recupero per una lesione al muscolo adduttore breve. «Dopo la stagione indoor tutto è andato alla grande perché ho fatto una grandissima preparazione ed il motore era in gran condizione. Arrivato il periodo della gare ho, però, avuto alcuni intoppi muscolari. Niente a che vedere con i problemi ai tendini d’Achille, però sono intoppi che continuano a tenermi lontano dalle competizioni perché da inizio maggio non posso metterci più del 70/80% di intensità», racconta Greco. «Ho provato a fare una gara il 9 giugno scorso, a Lione, nonostante gli acciacchi ma se non si sta in forma al 100% si può fare ben poco. Ho provato – aggiunge il triplista allenato da Raimondo Orsini, tecnico e talent-scout di Matino – a non trovare alibi definendo quella competizione soltanto una gara andata storta. Dopo tre giorni, però, ho avuto una lesione all’adduttore breve e quindi sono fermo. Avrei dovuto gareggiare ai campionati italiani assoluti, ma riprenderò ad allenarmi solo in settimana». Per ora, dunque, nessuna data cerchiata in rosso sul calendario per il 28enne azzurro. Tranne quella relativa ai campionati del mondo di Londra, in programma dal 4 al 13 agosto: per poter calcare quella pedana occorre realizzare ad almeno 16,80 metri entro il 20 luglio. «Incrociamo le dita – conclude – e che Dio mi aiuti!».

Pubblicità

Commenta la notizia!