Grecia Salentina “Capitale della cultura 2022” (con Taranto): il progetto alla sfida finale

348

Cutrofiano – Taranto e la Grecìa Salentina sono tra i dieci progetti finalisti per la “Capitale della cultura 2022”: quest’oggi è giunta la comunicazione ufficiale da parte del  Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, guidato da Dario Franceschini. Le altre città finaliste sono: Ancona, Bari, Cerveteri, L’Aquila, Pieve di Soligo, Procida, Trapani, Verbania e Volterra.

“Taranto e Grecia Salentina. Capitale italiana della cultura 2022. La cultura cambia il clima” è il titolo del dossier che ha convito  la giuria ed ha permesso ai due territori di rientrare nella top ten dei dieci progetti più interessanti tra le 28 città concorrenti.

Un’opportunità per 12 Comuni

«Siamo felici di questa notizia eccezionale. Essere tra le dieci città finaliste è una grande soddisfazione per noi della Grecìa. Un’occasione unica – commenta Roberto Casaluci sindaco di Castrignano dei Greci e presidente dell’Unione Grecìa Salentina – per noi che da sempre abbiamo fatto della cultura la leva dello sviluppo del nostro territorio. Abbiamo sempre creduto e lavorato molto per la promozione del nostro patrimonio culturale, della nostra storia, delle nostre tradizioni, della musica e della lingua grika».

L’Unione sta mettendo in atto varie forme di collaborazione tra cui quella con il Rettore dell’Università del Salento per la redazione del “Piano di sviluppo turistico territoriale”. «I dodici paesi dell’area grika hanno un patrimonio inestimabile ed insieme a Taranto alle nostre radici comuni, alla nostra storia ed alle origini della Magna Grecia vogliamo proporlo all’attenzione dell’Italia e del mondo. Abbracciando la visione di Taranto e la nostra storia comune, siamo riusciti ad essere selezionati insieme ad altri nove progetti. Sarà molto dura c’è anche Bari un’altra città pugliese, ma siamo convinti che insieme possiamo giocare fino in fondo questa carta che è una grande possibilità per noi tutti», conclude Casaluci.

Due i progetti pugliesi

Lo scorso 14 ottobre a Sogliano Cavour si è tenuta la Conferenza dei Sindaci della Grecìa Salentina per dare il benvenuto ai Sindaci nuovi eletti, tra i quali Luigi Melissano, nuovo Primo cittadino di Cutrofiano. Dell’importante organismo sovra-territoriale fanno parte, oltre a Castrignano de’ Greci e Cutrofiano, anche Calimera, Corigliano d’Otranto, Martano,  Melpignano, Sogliano Cavour, Carpignano Salentino, Martignano, Soleto, Sternatia e Zollino.

“Capitale della cultura” è il titolo istituito dal Ministero dei Beni Culturali e del Turismo nel 2014 con l’obiettivo di “sostenere, incoraggiare e valorizzare l’autonoma capacità progettuale e attuativa delle città italiane nel campo della cultura, affinché venga recepito in maniera sempre più diffusa il valore della leva culturale per la coesione sociale, l’integrazione senza conflitti, la creatività, l’innovazione, la crescita, lo sviluppo economico e, infine, il benessere individuale e collettivo”. Sono due progetti pugliesi che verranno presentati i prossimi 14 e 15 gennaio presso il Collegio Romano, sede centrale del Mibact, alla giuria in un’audizione pubblica di un’ora.