Gomitoli di lana e di tessuti, al “Centro di solidarietà” di Parabita si lavora per donare

667

Parabita – Donare a chi è nel bisogno: a lanciare il progetto “Ci busca e dà a mparatisu và” è il Centro di solidarietà “Madonna della Coltura” di Parabita.

L’iniziativa, oltre a nascere in concomitanza con la “IV Giornata dei poveri” che si è svolta lo scorso 15 novembre, si inserisce anche nell’ottica delle prossime festività natalizie.

L’invito a collaborare

L’invito è rivolto a chiunque sia disponibile a realizzare gratuitamente sciarpe, scarpette, scialle ai ferri, berretti, copri-gambe e lenzuola da rifinire. L’obiettivo della campagna solidale sarà pure quello di ringraziare tutti coloro che durante questo periodo di emergenza sanitaria, si stanno prodigando ad aiutare il prossimo. La generosa donazione di gomitoli di lana e di tessuti, effettuata recentemente alla Onlus parabitana da parte del “Centro moda” di Carmela Vadacca di San Pietro in Lama e dal sostenitore Francesco Fontò di Gallipoli, sta permettendo pure agli anziani della struttura di essere impegnati a svolgere alcune attività occupazionali a fini sociali.

Vista la quantità, chiunque sia disponibile a realizzare, gratuitamente, un manufatto, previo appuntamento con i responsabili, potrà scegliere l’occorrente nell’esposizione di via Coltura, 51/A (a fianco della Casa). Tutti i lavori, dovranno essere ultimati e consegnati entro il prossimo 17 dicembre, in occasione della 26° “Giornata del benefattore”.  «Il nostro sogno – afferma il presidente Fiorentino Seclì – sarebbe quello di consegnare queste creatività, magari insieme ad un buono spesa solidale in occasione del Natale».