Gli ambasciatori del “Puglia Sounds”

1285

Racale. Come un bambino in un negozio di dolciumi. Solo con una metafora del genere si potrebbe spiegare cos’è, per un musicista che s’ispira al “brit-rock”, essere ospite del “Liverpool Sound City”, il più grande festival d’arte e musica del Regno Unito che si è tenuto dal 2 al 4 maggio scorsi nella città dei Beatles. A rappresentare la nostra regione, nell’ambito del progetto “Puglia Sounds”, c’erano due componenti dei Camden: Ester Ambra Giannelli e Gabriele Turso (entrambi di Racale) rispettivamente voce-chitarrista e batterista. Completa il trio il bassista Massimo Munitello di Ugento.

Il “Liverpool Sound City” è stato un imponente punto d’incontro per decine di migliaia tra appassionati e professionisti del settore, un’occasione per conoscersi e farsi conoscere, approfondire nuove sfumature musicali, presentare i propri progetti, tessere una fitta rete di contatti che saranno utili per future collaborazioni.

Entusiasta dell’esperienza d’Oltremanica Ester, la “front-girl” del gruppo: «La musica – spiega – così come il calcio, scorre nel sangue di ciascun abitante di Liverpool, creando un magico connubio tra due sfere dell’anima. È stata una manifestazione organizzatissima, che ha attirato musicisti e produttori da ogni parte del mondo, un’opportunità per ascoltare e confrontarci con culture musicali differenti. Vendere musica inglese in Inghilterra, però, è come vendere gelati al Polo Nord».

Da qui l’idea di abbandonare temporaneamente l’inglese per cantare in italiano. Intanto, il video di “All that I want to say” (a cura di “GiraSudFilm” con la regia di Francesco Corchia e la direzione della fotografia di Emiliano Picciolo e Loredana Mottura, in arte “Demoart”) sta già riscuotendo un discreto successo.

I Camden nella foto di Demoart

Marco Montagna