Giurdignano, dove “il cambiamento è di casa”. Parola della rieletta Sindaca

1147

Giurdignano – La gioia era esplosa non appena il risultato aveva cominciato a prendere una forma sempre più corposa a favore di Monica Gravante. Del resto, se i numeri hanno una voce e un senso, c’è poco da interpretare: 978 voti e il 74,39%, di “Sempre insieme verso il futuro”,la lista di cui Gravante era a capo. Dopo la festa i ringraziamenti. Si parte dalla piazza virtuale di Fb: «Non riesco a rispondere a tutti ad uno ad uno per come meritate. Lo farò, però. Siamo un paese semplice ma sempre profondamente capace di valutazioni e scelte intelligenti ed equilibrate. A chi continua a scrivere che Giurdignano non è pronto al cambiamento, voglio soltanto dire che sono rimasti veramente in pochi ciechi e inconsapevoli che il cambiamento è iniziato da un pezzo !…e, mentre continuano a perdere tempo prezioso in questa ostinata ed assurda cecità, Giurdignano, più unita e festosa che mai, continua a cambiare !» scrive su Fb in risposta ai numerosi post di auguri e complimenti.

«Il cambiamento – dice – non è una parola, è una predisposizione e una capacità rivolta prima di tutto verso se stessi: i miei cittadini, sempre in numero maggiore, mi hanno ascoltata e stanno imparando a buttare giù i muri della divisione radicata, la mentalità si sta aprendo e sta cambiando. È una grande conquista e proseguiremo su questa strada, non potrei fare diversamente: andrei contro me stessa». Che i cittadini siano coinvolti, si vede dall’esplosione di gioia registrata in un video: gioia e commozione dopo una campagna elettorale “non particolarmente difficile ma molto bassa, fatta di insulti e pettegolezzi e, quindi, più che difficile “pericolosa” per gli animi dei cittadini”. Termini ricorrenti: i miei cittadini, il mio paese, a cui è dedicata la vittoria: « La mia vittoria è la vittoria del mio paese, la dedico a Giurdignano». Un paese che “ha una sua connotazione turistica – dice – e non è il cagnolino al guinzaglio di nessuno: è il Giardino megalitico d’Italia, uno dei più importanti d’Europa : accoglierà turisti, visitatori e camminatori grazie anche al percorso via Francigena in cui è rientrato”. Ma anche un paese di grandi e antiche tradizioni “come le Tavole di San Giuseppe”.
Subito al lavoro «La mia squadra è prontissima, la scelta è tra i più suffragati. Con me in Giunta le due donne più votate» dice la neo sindaca riconfermata, quindi Gabriella Vilei, già vicesindaco nella passata legislatura e Maria Cristina Accoto. Chiare le idee sui primi interventi da fare: «Lavori negli istituti scolastici, preparazione degli eventi estivi, campi scuola per ragazzi ». Si prospetta un’estate di lavoro per Monica Gravante, ma soprattutto un’estate “condivisa” da tutti i cittadini.