Giornata mondiale del malato, a Parabita l’incontro diocesano con le associazioni di volontariato

640

Parabita – Sono diversi i volontari salentini impegnati in ambito socio-sanitario, chiamati ad aderire alla 28° Giornata mondiale del malato. Quest’anno, l’incontro si terrà a Parabita martedì 11 febbraio (nello stesso giorno in cui si celebra la festa della Madonna di Lourdes), presso la basilica della Coltura.

Il tema di quest’anno (ispirato dal Vangelo di Matteo) è “Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi e io vi darò ristoro”. L’invito a partecipare all’annuale ricorrenza, organizzata dall’Ufficio di pastorale della salute della diocesi di Nardò-Gallipoli (diretto da don Quintino De Lorenzis, di Alliste, cappellano ospedaliero a Casarano) è rivolto agli ammalati che sono in grado di potersi spostare per assistere alla cerimonia e a chiunque presta a vario titolo il proprio servizio agli infermi.

Le associazioni coinvolte

In prima fila “Cvs” (Centro volontari della sofferenza), “Unitalsi” (Unione nazionale italiana trasporto ammalati a Lourdes e santuari internazionali) e tutti i gruppi di volontariato.

Il programma prevede alle ore 16 la recita del rosario e a seguire, alle 16.30, la celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo diocesano Fernando Filograna. Intorno alle 17.30, dal santuario parabitano si snoderà la processione “aux flambeux” verso il giardino dell’incontro del Centro di solidarietà “Madonna della Coltura”.

La Consulta di pastorale della salute diocesana, per tale circostanza ha voluto riflettere sul tema lanciato quest’anno da Papa Francesco, che guarda alla solidarietà del Figlio dell’uomo, di fronte ad una umanità afflitta e sofferente.