“Giornata contro la violenza sulla donne”, il Salento si mobilita e si illumina di “rosso”: coinvolte le scuole

969

Gallipoli – Seppur in tempi di pandemia, anche il Salento si mobilita per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, che in tutto il mondo si celebra il mondo il 25 novembre.

La Provincia di Lecce e la sua commissione Pari opportunità celebrano la giornata con manifesti a tema e una sezione dedicata sul sito istituzionale nell’ambito del primo concorso di idee “Corti di genere: generiamo parità”, cui hanno preso parte  200 studenti, dai 9 ai 18 anni, di 11 istituti scolastici del territorio salentino, che hanno elaborato e prodotto cortometraggi, video, slides, disegni a tema (nella foto la presentazione del progetto a gennaio scorso). 

Scuole coinvolte

Teresa Chianella

«L’impegno che hanno profuso nei cortometraggi girati, nei disegni e nelle slides realizzate per l’edizione 2019-2020 di “Corti di genere”, è stato straordinario», affermano il presidente Stefano Minerva e la presidente della Cpo provinciale Teresa Chianella (entrambi di Gallipoli) che hanno scritto una lettera ai dirigenti scolastici coinvolti.

All’iniziativa hanno partecipato gli Istituti comprensivi di Collepasso, Alezio-Sannicola, Polo 3 Casarano, Polo 2 Galatone-Seclì, Taviano e gli Istituti superiori “Montalcini” di Casarano, “Mattei” di Maglie, “Giannelli” di Parabita, “De Giorgi” e “Siciliani” di Lecce, “Bachelet” di Copertino. Le immagini con le quali sono stati realizzati e diffusi nei Comuni del Salento i manifesti istituzionali sono tratte dall’elaborato “Rose d’acciaio”, presentato dal “Montalcini” di Casarano.

Il videomessaggio

Con l’hashtag “Io mi voglio bene”, sui canali social della Provincia di Lecce c’è pure il videomessaggio che vede protagoniste la stessa D’Antini, altre cinque donne impegnate in prima linea nelle istituzioni e nel mondo dell’associazionismo: Serenella Molendini, Teresa Chianella, Emanuela Palamà, Fiammetta Perrone e Alessia Ferreri.

Lo scorso 23 gennaio scorso, nella sala consiliare di Palazzo dei Celestini si è svolta, inoltre, la cerimonia conclusiva con la consegna ai primi quattro istituti scolastici classificati di targhe commemorative dedicate a cinque donne salentine vittime di violenza: Noemi Durini (di Specchia), Romina Petrachi,  Angela Petrachi, Renata Fonte (di Nardò)e Maria Monteduro (Ugento) e degli attestati di merito e di partecipazione.

A Gallipoli è “rossa” la Fontana antica

A Gallipoli, dopo la “panchina rossa” in piazza Tellini, l’Amministrazione comunale ha illuminato di rosso la Fontana antica e diffuso messaggi a tema sui social ricordando che sul territorio, per garantire il necessario supporto alle donne che lo richiedono, è attivo il Centro antiviolenza il Melograno della Rete dei Centri antiviolenza SanFra, nella sede di via Cavalieri di Rodi ed anche con il numero telefonico e whatsapp 328/8212906 (attivo h24) oppure tramite colloqui Skype e telefonici.

A Galatone per il 25 novembre è prevista l’inaugurazione simbolica, via social, del nuovo sportello “Maia”, presso la sede dei Servizi sociali di piazza Itria. Si tratta di uno dei tre presidi previsti (a Leverano e Porto Cesareo gli altri) dal programma antiviolenza “Emmeline Pankhurst 2” finanziato dalla Regione Puglia per i Comuni dell’Ambito di Nardò (di cui fanno parte anche Copertino, Galatone, Leverano, Porto Cesareo e Seclì). Lo sportello (328/82129063) sarà attivo tutti i mercoledì dalle 10 alle 12 “nel completo rispetto della privacy e dell’anonimato e con un’equipe di professioniste appositamente formate”, fanno sapere dal Comune.

Fiori sulla tomba di Renata Fonte

Già da qualche giorno a Nardò è illuminata di rosso la fontana di piazza Diaz che domattina verrà adornata da rose rosse e cartelli con messaggi di sensibilizzazione sul tema a cura della commissione cittadina per le Pari opportunità. Nel pomeriggio un omaggio floreale sulla tomba di Renata Fonte nel cimitero.

A Casarano l’assessorato alle Pari opportunità ha realizzato un manifesto utilizzando un’opera pittorica creata per l’occasione dall’artista Pierpaolo D’Aquino: l’opera per tutta la settimana resterà esposta nel chiostro di Palazzo dei Domenicani e sarà illuminata di rosso. Il 25 ci sarà anche l’inaugurazione dello sportello antiviolenza “Ascolto donna” presso l’Ambito territoriale sociale di viale Stazione (aperto tutti i mercoledì dalle 16 alle 18).

Il videomessaggio con la Polizia

A Taviano l’Amministrazione comunale lancia la campagna di sensibilizzazione social “Accarezzala come un fiore”, in collaborazione con la Polizia di Stato ricordando i numeri utili: 112 (emergenze), 1522 (numero verde nazionale antiviolenza e stalking), 328/8212906 Centro antiviolenza il Melograno (Ambito territoriale di Gallipoli) rete dei Centri antiviolenza SanFra. Per l’occasione è stato realizzato un videomessaggio che vede la partecipazione delle forze dell’ordine della Questura di Lecce e del Commissariato di Gallipoli con la vice questore Monica Sammati, la pediatra Rossella Longo, la psicologa clinica Federica Pasca, oltre al sindaco Giuseppe Tanisi, l’assessore alle Pari opportunità Serena Stefanelli e la presidente della Cpo Giusi Trisolino.

L’Amministrazione comunale di Presicce-Acquarica ha deciso di onorare il 25 novembre  intitolando la sala conferenze del castello medievale in località Acquarica “Scarpette rosse” in memoria di tutte le donne vittime di violenza, con apposizione di una targa commemorativa. A Taurisano giunge alla sua ottava edizione “Perduto amore”, il festival nato dalla sinergia delle associazioni “Lavori in corso”, “Nuvole” e “Flauto magico”.

L’Università del Salento

L’Università di Lecce ricorda il proprio impegno nelle “politiche di genere” sino alla nomina del Consigliere di parità, figura di riferimento per segnalare casi di discriminazione, mobbing e molestie. In dirittura d’arrivo è anche la carriera “alias” per garantire la privacy di studenti in transizione di genere. Il 25 novembre, il Comitato unico di garanzia parteciperà alle ore 18 con Paola Martino al webinar “Sulla violenza riflessioni a più voci”, in diretta sulla pagina Facebook “Amnesty international circoscrizione Puglia-Matera”.

“Violenza di genere: conseguenze psicologiche e sociali della pandemia su donne, bambini e anziani. Istruzioni per affrontare e prevenire” è il tema del webinar organizzato dal Centro mobbing e stalking (responsabile Ilenia Maruccia) e il Coordinamento pari opportunità (diretto da Lucia Orlando) della UIL di Lecce, in programma sulle pagine Facebook del sindacato venerdì 27 novembre, alle ore 18. La Uil fa sapere che continuerà a essere a disposizione di tutti i cittadini in difficoltà, attraverso il Centro ascolto (a Lecce in via Pietro Palumbo, 2 – tel. 335/7466926) e gli altri servizi.

Dalla Polizia di Stato arriva un’opuscolo realizzato al fine di fornire un’analisi specifica dei dati del fenomeno ad un anno dall’entrata in vigore, avvenuta il 9 agosto 2019, del cosiddetto “Codice Rosso”, la legge che ha introdotto nuovi reati e ha perfezionato i meccanismi di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere.