Gas radon: a Parabita incontro con gli esperti per adeguarsi alla nuova legge

1234


Parabita
– Un incontro informativo circa gli adempimenti a tutela della salute e la corretta applicazione della normativa in materia di gas radon sono i temi al centro dell’incontro in programma domenica 11 marzo, alle ore 10, presso la sala Macine di Palazzo Ferrari a Parabita. Vi prendono parte Marcello Seclì e Nicola Sticchi, rispettivamente presidente e vice presidente dalla sezione Sud Salento di Italia Nostra, Antonio Schipa, direttore di Confesercenti Lecce e gli esperti Pasquale Melipignano, ingegnere ambientale, e Tiziana Tunno, fisico. Il gas radon è un inquinante largamente presente in natura, prodotto dal suolo e dalle rocce, che desta preoccupazione dal punto di vista sanitario soprattutto per la sua concentrazione in ambienti chiusi. Lo scorso 3 febbraio è entrata in vigore la normativa che prevede l’obbligo della sua misurazione sui luoghi di lavoro. «È doveroso evidenziare che le modalità di monitoraggio della presenza del gas radon negli ambienti in cui si svolgono attività commerciali e  professionali vanno effettuate secondo i parametri stabiliti dalla normativa regionale in modo che la successiva valutazione della documentazione che dovrà essere prodotta possa risultare idonea per il prosieguo delle attività e per l’eventuale effettuazione degli interventi di risanamento che dovessero risultare necessari», afferma Seclì richiamando i recenti episodi che hanno visto per protagonisti “sedicenti operatori del settore” che – anche a Parabita – si sono fatti anticipare delle somme per tali operazioni senza averne però i requisiti.