Gallipoli, un progetto pilota per fare la dialisi anche in albergo: si parte quest’estate

863

Gallipoli – Sottoporsi a dialisi stando comodamente seduti in poltrona, in albergo: da quest’estate a Gallipoli sarà possibile farlo grazie a un progetto pilota che rappresenta la prima esperienza del genere in Europa.

“Salvavita”, questo il nome del progetto che è stato presentato nella mattinata di oggi martedì 18 giugno presso la Sala convegni dell’ospedale “Sacro cuore”. All’incontro ha partecipato un folto pubblico composto anche dagli studenti della scuola di infermieristica. Presenti inoltre Sindaco di Gallipoli e presidente della Provincia Stefano Minerva, il presidente dell’Ordine dei medici di Lecce Donato De Giorgi, il commissario straordinario dell’Asl Rodolfo Rollo, il professor Gesualdo Loreto dell’università di Bari, il nefrologo Alessandro D’Amelio e il dottor Marcello Napoli.

Progetto teledialisi Gallipoli
La poltrona per sottoporsi alla dialisi presso gli alberghi

Quello della dialisi è sempre stato un grosso problema per chi ha necessità di sottoporsi a questo trattamento e spesso si vede costretto a subire limitazioni negli spostamenti, dovendo magari rinunciare alle vacanze. Ma per fortuna, già da quest’estate, a Gallipoli non sarà più così.

Pubblicità

Teledialisi in due alberghi gallipolini. Oltre al potenziamento dei posti letto di dialisi nel presidio ospedaliero, si aggiunge infatti l’importante novità della “teledialisi”: il servizio, controllato via web dal policlinico di Bari e col pronto intervento del presidio ospedaliero di Gallipoli, sarà disponibile presso l’albergo “Le Sirenè”. E un’altra poltrona per la dialisi è già pronta presso l’hotel “Victoria Palace”, in località lido San Giovanni.

Lavoro di squadra. Nel corso dell’incontro in mattinata, dopo l’introduzione e il saluto del direttore sanitario Egidio Dell’Angelo Custode, ha preso la parola il neopresidente della Commissione consiliare Sanità Vincenzo Piro. Quest’ultimo ha sottolineato “il grande lavoro di squadra, un patrimonio comune della sanità di questo territorio. Un lavoro sinergico tra enti pubblici e privati che ha visto coinvolti l’università di Bari, il Comune, l’Asl e tante persone di buona volontà. La nostra forza è stata quella di andare oltre l’arcobaleno, tramutando in realtà il sogno”.

I problemi della Sanità salentina. Negli interventi non sono poi mancate le occasioni per fare il punto della situazione, a tratti non rosea, della sanità salentina e gallipolina. Al riguardo, commissario straordinario Rollo ha assicurato che, non appena la situazione della Asl si sarà normalizzata, si metterà mano ai concorsi per l’assunzione di medici e personale infermieristico, andando così a coprire quei posti tuttora vacanti.

Pubblicità