Gallipoli, tutte le anticipazioni su Santa Cristina: i giorni di festa diventano 5 e arriva Orietta Berti

21658
Alberto Greco e Benito Carrozza
Alberto Greco e Benito Carrozza

Festa Santa Cristina GallipoliGallipoli – Fervono già i preparativi in onore della festa di Santa Cristina, evento molto atteso e sentito dai gallipolini: quest’anno un programma più lungo, con i tradizionali tre giorni di festa che diventeranno cinque, dal 20 al 26 luglio.

La tradizione. Era il 20 febbraio 1867 quando su Gallipoli si abbatté una terribile epidemia di colera che causò la morte di 164 persone. Dopo l’appello alla Santa il morbo, che fino ad allora non aveva dato tregua, cessò e Santa Cristina divenne la protettrice della città.

Alberto Greco e Benito Carrozza
Alberto Greco e Benito Carrozza

Organizzata dal “Comitato festa di Santa Cristina” presieduto da Benito Carrozza e con la direzione artistica di Alberto Greco, la festa ha il patrocinio del Comune. Anche quest’anno, stando alle indiscrezioni, ci sarà la collaborazione della ditta Marianolight, famosa a livello internazionale per le sue luminarie.

Pubblicità

Si comincerà il 20 luglio, con un piccolo evento che per la prima volta si terrà nei pressi della chiesetta di piazza Duomo, la messa e l’esibizione di un gruppo lirico che eseguirà inni in onore della Santa.

La festa riprenderà poi il 23, con le bancarelle che resteranno su corso Roma fino al 25. Mercoledì 24 luglio, giorno principale della festa, ci sanno poi i concerti della banda “Città di Ailano” diretta dal maestro Nicola Hainsalik Samale, e della banda “Città di Squinzano” diretta dal maestro Giovanni Guerrieri.

Orietta Berti
Orietta Berti

Concerto finale con Orietta Berti. Giovedì 25 luglio, alle ore 22, ritorna invece il gruppo “TalitaKum – Taranta migrante”, che già lo scorso anno fece ballare centinaia di persone in piazza. Venerdì 26, alle ore 21 in piazza Tellini, la chiusura è affidata al concerto di Orietta Berti. “Abbiamo voluto concentrare tutti i nostri sforzi per avere una cantante famosa nell’ultimo giorno della festa – afferma il presidente del Comitato Benito Carrozza – e abbiamo scelto Orietta Berti perché è molto amata in città”.

L’Amministrazione abbraccia pienamente l’evento – continua il direttore artistico Alberto Greco. – La nostra intenzione è fare le cose in grande, come da volontà del presidente Benito Carrozza, per dare dignità non solo a Gallipoli ma anche al Salento, conosciuto in tutto il mondo per l’alta qualità delle feste patronali. Santa Cristina va celebrata degnamente”.

Parte la raccolta fondi. Da lunedì 6 maggio alcuni soci del Comitato inizieranno la raccolta fondi presso le attività commerciali e verrà lanciata la lotteria per sostenere la festa. Dal 13 maggio, invece, si andrà di casa in casa per raccogliere le libere offerte dei cittadini.

Intanto dal Comitato lanciano un appello per avere una sede stabile: “Siamo giunti già alla quarta edizione della festa organizzata da noi, e abbiamo urgentemente bisogno di uno spazio fisso per dare concretezza al nostro operato. Chiunque potesse aiutarci, può contattarci ai numeri 347.7938023 – 347.0187485”.

Pubblicità