Gallipoli, scomparso Fernando Bianco: ultimo grande imprenditore della pesca, realizzò la fontana sul lungomare

18561
Fernando Bianco

Gallipoli – Si terranno domenica 15 novembre, alle ore 11,15 nella cattedrale di Sant’Agata, i funerali di Fernando Bianco: 92 anni compiuti il 10 giugno scorso, appena due settimane fa aveva festeggiato il 65mo anniversario di matrimonio.

Nel pomeriggio di ieri, a seguito di un malore, era stato ricoverato nel nosocomio gallipolino del “Sacro Cuore”, dov’è poi deceduto e da dove partirà (alle ore 10,45) il feretro, diretto verso la cattedrale, nel centro storico.

La fontana per ricordare il figlio tragicamente scomparso

Molto conosciuto in città, “con lui se ne va l’ultima ‘figura storica’ di imprenditore nel mondo della pesca, che ha segnato in positivo, dal dopoguerra a oggi, l’economia cittadina”: così lo ricorda il nipote Fernando Nazaro, che da qualche tempo ha in mano le redini delle attività imprenditoriali della famiglia, e che ha seguito sino alla fine il nonno.

Nei primi anni ’90 Fernando Bianco aveva ristrutturato a sue spese lo stadio cittadino, che fu poi intitolato al figlio Antonio, tragicamente scomparso all’età di 33 anni in un incidente stradale in Algeria.

Dopo qualche anno, sempre in onore del figlio Antonio (che era anche un grande appassionato della pesca subacquea), Bianco realizzò sulla rotonda del lungomare Galilei una fontana che, dopo diversi anni in stato di abbandono, di recente ha ripreso a zampillare.