Gallipoli – Spring School e Summer School; le due stagioni indicano il periodo di partenza dei primi due corsi di specializzazione in Medicina dello Sport e in quello sulle malattie da tossicodipendenze. Nell’ultima riunione del comitato tecnico scientifico, presieduto dal professore Rosario Polizzi dell’Università di Bari ed a cui ha partecipato il Sindaco Stefano Minerva, è stato presentato anche il progetto di una Scuola infermieristica in  inglese. Il 28 dicembre scorso poi la Giunta comunale ha approvato la “convenzione quadro” tra l’Università di Bari  e il Comune di Gallipoli con cui si fissano compiti e obiettivi.

Obiettivi e compiti “Attivare ogni possibile iniziativa circa attività di operative scientifiche e di formazione ritenute di comune interesse; partecipare congiuntamente a bandi e programmi di ricerca regionali, nazionali ed europei; promuovere attività di diffusione di cultura scientifica e tecnologica sul territorio”: è quanto si legge nella deliberazione della Giunta gallipolina in cui, tra l’altro, viene precisamente definito il ruolo dell’Ente. Spetta al Comune favorire la logistica di docenti e studenti; mettere a disposizione spazi e contenitori pubblici  per attività didattiche e per la loro promozione; organizzare eventi e convegni anche di carattere internazionale. Il fatto poi che Minerva sia diventato presidente della Provincia, potrebbe rivelarsi utile per spingere alla soluzione il problema dei collegamenti con Lecce.

Il comitato tecnico scientifico avrà il supporto operativo del’associazione di promozione sociale Gea di Gallipoli (via Monzilla 11). Nella convenzione, composta da 17 articoli ed approvata dal Senato accademico dell’Università “Aldo Moro” di Bari, si stabilisce che gli eventuali oneri per questa iniziativa di alta formazione “saranno determinati nei singoli accordi attuativi che individueranno le strutture organizzative di ciascuna delle parti alle quali detti oneri saranno imputati, previa verifica della sussistenza dei corrispondenti fondi”.

Pubblicità

Della Medicina dello sport si dovrebbero occupare il professore Francesco Fischetti, che già opera sul territorio gallipolino collaborando con le varie attività sportive organizzate dal gruppo Caroli Hotels, mentre per le malattie da tossicodipendenze ci sono i docenti Annamaria Moretti e Mario Bisconti; prevista anche la partecipazione del locale Sert dell’Asl che insieme all’Ordine provinciale dei medici, partecipa a questa iniziativa inserita ufficialmente ormai nell’anno accademico 2018-19.

Frenata per la Scuola di Medicina in inglese a Lecce Non sembra godere di una uguale buona salute l’altro ramo in cui si potrebbe estrinsecare una storica collaborazione tra Uniba e Unisalento. Nonostante i due rettori – Antonio Uricchio e Vincenzo Zara – siano determinati su questa strada innovativa, il Consiglio di amministrazione dell’ateneo leccese nei primi di novembre scorso ha sì approvato l’unica Scuola di Medicina e chirurgia in inglese d’Italia facendo proprio il protocollo d’intesa con l’Università barese, ma ha anche cancellato dal documento la data di inizio – anno accademico 2019-20 – ed ha definito “un avvio di discussione con le parti interessate” lo stesso protocollo. Unisalento ha infine condizionato al supporto finanziario della Regione “analogamente a quello già fornito agli atenei di Bari e Foggia” la propria partecipazione.

 

 

 

Pubblicità

Commenta la notizia!