Gallipoli, ordine del commissario: rimuovete quelle panchine dal centro storico

1306

GALLIPOLI. Le proteste e le obiettive constatazioni circa l’ubicazione molto infelici in alcuni casi, delle banchine “regalate” dal Gal Serre salentine anche a Gallipoli (oltre che agli altri 13 centro del Gruppo di azione locale, hanno sortito l’effetto sperato. “Nelle prossime 24, massimo 48 ore – scrive sul sito ufficiale del Comune, il commissario straordinario Guido Aprea in una nota datata 22 febbraio – le panchine apposte tanto nelle vicinanze della Fontana greca quanto nel centro storico e segnatamente nell’area prospiciente alla chiesa di S. Francesco d’Assisi, verranno rimosse”.

“Domenica mattina – prosegue il reggente di Palazzo Balsamo – sono stato avvisato dalla mia segreteria particolare di Gallipoli della presenza di questo arredo urbano lungo le mura del centro storico. Un’allocazione di cui non sapevo nulla, altrimenti non avrei mai acconsentito ad un posizionamento che ho giudicato quanto meno bizzarro, non fosse altro che copre la visuale dell’isola di S. Andrea. Per questo mi sono sentito immediatamente con l’Ufficio tecnico, per chiedere spiegazioni e soprattutto per disporre l’immediata rimozione delle panchine”. L’arredo urbano, acquistato con i fondi del Gal, avrà come destinazione finale molto probabilmente l’area attrezzata a giochi, per i più piccoli, che la gestione commissariale ha intenzione di realizzare nella zona Peep.