Gallipoli – Furto con danneggiamenti alla chiesa di San Gerardo del parroco don Pietro Maludrottu, nella zona di viale Europa, avvenuto nella notte tra mercoledì e giovedì scorsi. Ad accorgersene per primo verso le otto di giovedì è stato il diacono Luigi Nocita, che, come di consueto, a quell’ora apre la chiesa.

Tra l’altro, proprio quel  giorno si festeggiava il 20° anniversario della fondazione della chiesa (il 23 gennaio 1999) da parte dell’allora  vescovo Vittorio Fusco, le cui spoglie mortali sono sepolte nella cattedrale di Sant’Agata.

Nessun segno di scasso Luigi Nocita ha aperto regolarmente la chiesa, che non presentava segni esteriori di effrazione; solo entrando nel luogo di culto ha visto tutti i locali a soqquadro, con le porte  divelte e semidistrutte a colpi verosimilmente di ascia. Questa circostanza lascia supporre che gli ignoti malfattori si siano nascosti dentro la chiesa prima della chiusura serale, per poi entrare in azione per tutta la notte.

Pubblicità

Non è la prima volta che la chiesa di via Mantova, particolarmente isolata rispetto alle costruzioni circostanti (perlopiù condomini e case popolari), viene presa di mira dai ladri: è già avvenuto in passato con l’allora parroco don Andrea Danese, ora parroco a Matino. I danni, alle porte, agli infissi e alle suppellettili sono in corso di quantificazione.

Da una prima verifica, intanto, risultano sottratte le somme delle offerte per circa 1.500 euro e gli ori donati dai devoti per un valore approssimativo di circa 5mila euro. Indagano sul furto i carabinieri di Gallipoli, gli stessi che sono intervenuti due anni fa circa per l’incursione di ladri nella chiesa del Rosario, nel centro storico.

(dal’archivio foto della chiesa e del parroco don Pietro Maludrottu) 

Pubblicità

Commenta la notizia!