Gallipoli, la “Notte rosa” mette in risalto il talento delle donne: ecco tutte le premiate

1442

Gallipoli – È stato l’allestimento della vetrina “Atmosfere” di Isabella Castriota in via Antonietta De Pace (nel centro storico) a trionfare sui 54 partecipanti del concorso “Vetrina in rosa”.

LA CREATIVITÀ È DONNA

Il premio è stato assegnato durante la serata finale della seconda edizione del “Canto delle sirene – Notte rosa a Gallipoli”, manifestazione svoltasi lo scorso weekend e firmata dalla Cpo (Commissione pari opportunità) del Comune insieme all’assessorato al ramo, con il patrocinio della Provincia di Lecce, della Cpo regionale e provinciale e dei Comuni di Racale e Tuglie.

Memé Micale

L’evento è nato per favorire la conoscenza e la promozione del talento delle donne del territorio, stimolando l’interesse della collettività verso la creatività femminile, oltre a proporsi come volano per la valorizzazione in chiave turistica della città.

Pubblicità

Obiettivo raggiunto, come afferma Memè Micale, presidente della Cpo di Gallipoli: “È stato molto difficile scegliere il vincitore tra le tante vetrine decorate in rosa su corso Roma e nel centro storico. Tutte e 7 le componenti della Commissione pari opportunità sono andate a vedere le vetrine e hanno stilato una classifica, che ha portato poi alla scelta della vincitrice”.

TUTTE LE PREMIATE

“Quest’edizione è andata decisamente bene”, prosegue Micale. “Nella prima serata sono state messe in evidenza le qualità femminili in tutti i campi, dalla danza all’arte fino alla musica. La seconda serata, invece, è stata dedicata al premio delle eccellenze femminili”.

Ed è sempre la presidente della Commissione pari opportunità di Gallipoli a presentare l’elenco delle premiate: “Abbiamo premiato delle donne eccezionali: Silvia Protopapa, un’astrofisica salentina che lavora alla Nasa; Sabrina Papa (di Salice Salentino), la prima donna italiana cieca che guida un aereo; e infine Viviana e Sabrina Matrangola (di Nardò), le figlie di Renata Fonte, che hanno continuato il percorso della madre, impegnandosi nel sociale con Don Ciotti, contro le mafie”.

RICONOSCIMENTI ANCHE PER POESIA E LETTERATURA

Al “Canto delle sirene” è collegato anche il concorso di poesia e di narrativa “Aspasia”, rivolto alle Cpo dei Comuni della provincia di Lecce, che sono state invitate a presentare un libro di poesia o di narrativa di un’autrice femminile del luogo. La giuria composta da Maria Consiglia Mercuri, Paola Savino e Maruska Coppola ha eletto vincitrici Anna Lucia Cudazzo (di Tuglie) con “Poesie di Claudia Ruggeri”; e, nella sezione narrativa, Valentina Perrone (di Salice Salentino) con “Memorie di Negramaro”.

Pubblicità