Gallipoli, la Guardia costiera “studia”il gabbiano corso

1778

gabbiano-corsoGALLIPOLI. Si sono svolti intorno all’isola di Sant’Andrea e allo Scoglio del campo i monitoraggi di due colonie del gabbiano corso da parte degli studiosi dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca Ambientale (Ispra) di Ozzano Emilia con il supporto logistico della Guardia costiera. Autorizzate dall’Autorità di gestione del parco naturale regionale dell’Isola di Sant’Andrea e litorale di Punta Pizzo, le ricerche hanno confermato l’importanza delle coste salentine per la conservazione per questa specie a rischio estinzione. Le attività hanno previsto anche il marcaggio di cinque esemplari con un micro sistema gps, che permetterà di monitorare gli spostamenti degli uccelli in tempo quasi reale. Le informazioni ricavate da questi studi sono di fondamentale importanza anche per il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, al fine di individuare le aree marine importanti per l’avifauna in ambito della Marine Strategy.