Gallipoli, in pullman (e a pranzo) dalla Svizzera e dall’Austria

1227

Gallipoli – Per niente disturbati dalla brezza da nord, anzi rassicurati dai circa 21 gradi alle 14, ecco i turisti ottobrini, in due pullman provenienti dalla Svizzera (Canton Vallese) e dall’Austria. Sono “approdati nell’area portuale in tarda mattinata e poi si sono sparsi per il centro storico. Gli svizzeri provengono da Savelletri, per un tour in cui non poteva mancare Gallipoli, dice l’autista loro connazionale. Anche gli austriaci sono in escursione, dalla loro base di partenza della Valle d’Itria.

Vanno in giro con gli occhi assorbiti dal panorama e in maniche corte e pantaloncini per lo più. Come altre coppie e famiglie straniere; si percepisce l’inglese come loro lingua. Poco distante un ristorante in zona Purità in cui, su 12 tavoli, dieci sono occupati da europei. “Meno male che ci sono loro – dice il gestore – e vanno pure aumentando di anno in anno. Proprio adesso hanno prenotato la cena da Punta Prosciutto (Porto Cesareo, ndr)”. L’altra estate, discretamente, continua.