Gallipoli, il primario del “Sacro Cuore” Giancarlo Piccinni eletto presidente della Società italiana di cardiologia

Il medico guiderà la sezione di Puglia e Basilicata per il biennio 2019/2020

6496
Giancarlo Piccinni

Gallipoli – Prestigioso incarico conferito sabato scorso a Giancarlo Piccinni, primario di cardiologia all’ospedale gallipolino “Sacro Cuore”: la Società italiana di cardiologia, sodalizio che riunisce i migliori cardiologi italiani, lo ha nominato presidente della sezione di Puglia e Basilicata per il biennio 2019/2020.

Piccinni subentra al brindisino Antonio Gaglione, senatore della Repubblica e professore associato di cardiologia presso l’Università di Foggia. Laureatosi a Bari con il massimo dei voti e la lode, il nuovo presidente si è poi specializzato in cardiologia presso la stessa Università, discutendo una tesi sperimentale su “Ecocardiografia da stress: ruolo dell’eco-dipiridamolo”, anche questa valutata con la lode.

Viva soddisfazione tra i colleghi appena giunta la notizia, specie nell’ospedale di Gallipoli: “È un prestigioso incarico per il collega, che ci riempie di orgoglio e di riflesso porta prestigio anche al nostro ospedale, dove la cardiologia è un valido e sicuro punto di riferimento”, afferma il direttore sanitario del “Sacro Cuore” Egidio Dell’Angelo Custode.

Nato il 1° gennaio 1960, Piccinni è originario di Alessano. Dopo una breve parentesi come medico cardiologo nel policlinico barese, ha poi prestato servizio come dirigente medico di I livello nella Divisione di Cardiologia dell’ospedale “Cardinale Panico” di Tricase e in altri ospedali della Regione, prima di approdare a Casarano e Gallipoli come primario. Autore di 70 lavori scientifici, citati in diversi testi universitari e pubblicati sulle più prestigiose riviste di cardiologia nazionali e internazionali (fra cui “Circulation”, “European Heart Journal”, “Journal American College Cardiology”, “Cardiologia”), è relatore in numerosi convegni in Italia e all’estero, e docente in seminari interdisciplinari.