Gallipoli, pronto il progetto per partecipare al bando “Sport e Periferie” del Consiglio dei ministri

1669
L’assessore allo sport Antonella Russo

Gallipoli – La città potrebbe finalmente dotarsi di una struttura pubblica e polifunzionale per la pratica dello sport, come da decenni si chiede a gran voce. Nella giornata di lunedì la Giunta comunale, guidata dal Sindaco Stefano Minerva, ha infatti deliberato la partecipazione al bando “Sport e Periferie”, emanato dalla Presidenza del consiglio dei ministri. Contestualmente, è stato approvato il progetto preliminare di fattibilità tecnica ed economica, redatto dall’ufficio tecnico comunale, che sarà inserito nel bilancio di previsione per il biennio 2019-2020.

L’idea progettuale prevede la realizzazione di una tensostruttura polivalente per l’esercizio della pallavolo, del basket, della pallamano e del calcio a 5, dotata di tribuna per gli spettatori e spogliatoi per gli atleti. L’importo complessivo per realizzare l’opera ammonta a 500mila euro di cui, 375mila dovrebbero arrivare dal finanziamento ottenuto tramite bando e 125mila da fondi a carico del Comune. Se il progetto verrà finanziato, la tensostruttura sorgerà in via Pasolini, zona Peep3, dove esiste già un lotto, di proprietà comunale, adibito alla realizzazione di impianti sportivi.

L’area su cui dovrebbe sorgere la struttura polivalente

Uno spazio per lo sport in città. “Se, come ci auguriamo il progetto sarà ammesso a finanziamento – commentano gli assessori ai lavori pubblici Biagio Palumbo e allo sport Antonella Russo – si tratta di un risultato importante, poiché parliamo di un’opera mai realizzata nella nostra città, e oltretutto in una zona, la Peep 3, destinata proprio a tale genere di impianti”. Gallipoli, pur avendo numerose associazioni e gruppi sportivi, da decenni combatte con l’assenza di un impianto pubblico per la pratica dello sport a livello agonistico. “Inoltre – continuano gli amministratori – il progetto consentirà soprattutto alle associazioni sportive gallipoline di usufruire di una struttura dedicata, senza dover ricorrere all’uso di palestre delle varie scuole cittadine, con le conseguenti difficoltà e limitazioni”.

Ora attenzione puntata sullo stadio comunale. Le modalità di gestione della tensostruttura verranno decise successivamente all’esito del bando. “L’attenzione della Giunta – si legge nella nota ufficiale – si sposta ora sullo stadio comunale, bisognevole di interventi urgenti e del rifacimento del terreno erboso sintetico, in modo tale da garantire alle locali squadre di calcio di usufruire del campo cittadino e di non ricorrere ad impianti delle città vicine”.