Gallipoli, il Gallo rialza la cresta: crisi superata

2579

Gallipoli Calcio

GALLIPOLI. Il Gallo rialza la cresta ed è pronto a riprendere la sua marcia nel campionato di serie D, puntando alla salvezza. Dopo la roulette di nomi e ipotesi degli ultimi giorni, con contorno di scambi di accuse, nella tarda serata di ieri è stato infatti formalizzato il passaggio di consegne del  titolo dall’ormai ex patron Marcello Barone ad una cordata di imprenditori di cui fanno parte i gallipolini Sandro Quintana e Davide Calvi  e Giovanni Spinelli, quest’ultimo già noto nel mondo del calcio in Toscana.

Primo segnale positivo: da domani, venerdì, è annunciata la ripresa degli allenamenti allo stadio “Bianco” con una doppia seduta,  mattina e pomeriggio. Per sabato pomeriggio invece è prevista la presentazione ufficiale dei nuovi arrivi, ingaggiati per rimpiazzare i calciatori che nel frattempo si sono trasferiti in altre società tra cui il Casarano in Eccellenza. Dopo le dimissioni dei Barone e la paventata radiazione  per il Gallipoli Calcio si apre un nuovo ciclo e  sembrano delinearsi nuove certezze per il futuro e per gli appassionati.

La volontà di salvare il Gallo e le prime avvisaglie di un esito positivo della vicenda si erano avuti i primi del mese con l’assemblea convocata  dall’associazione “Il mio Gallipoli” che si è adoperata per  garantire alla squadra la possibilità di giocare la trasferta con la Cavese,  raccogliendo la somma necessaria tra i contributi degli associati e quelli esterni di aziende locali e cittadini. Proprio Roberto Cataldi, uno dei soci de “Il mio Gallipoli”, dovrebbe,  a quanto è dato sapere, far parte della nuova gestione.  L’appuntamento per tutti  è dunque per domenica prossima a sostegno dei colori giallorossi: in calendario c’è la partita casalinga di contro il Bisceglie.