Gallipoli, eletto il nuovo Consiglio dell’Arciconfraternita delle Anime del purgatorio: confermata la priora uscente

1130

Gallipoli – Si insedierà il prossimo 6 agosto, durante la messa solenne delle 19, il nuovo Consiglio di amministrazione dell’”Arciconfraternita delle Anime del purgatorio” determinato dalle votazioni avvenute nei giorni scorsi.

A pieni voti è stata confermata la priora uscente Concetta Di Summa, mentre Andrea Menestrina e Luciana Fiorito sono stati eletti, rispettivamente, primo e secondo assistente; consiglieri sono, invece, i coniugi Giovanni Fontana e Assunta Petracca.

Il nuovo Consiglio, di cui fa parte di diritto anche il padre spirituale mons. Piero De Santis, ha già nominato Andrea Menestrina “maestro di formazione e di cerimonie”: non sono stati ancora ufficializzati invece i nomi del segretario e del cassiere.

L’arciconfraternita, che opera nell’omonima chiesetta lungo le mura di scirocco, è la più blasonata della città e un tempo vi potevano aderire solo i nobili: venne riconosciuta dal vescovo di Gallipoli Giovanni Montoya de Cardona  nell’aprile del 1660. Molto particolare l’abito confraternale: l’arciconfraternita si dedica principalmente al culto dei fedeli defunti, durante il mese di novembre.

Suggestiva è anche la loro visita ai Repositori, che, per antico privilegio, fanno per ultimi, intorno a mezzogiorno del venerdì santo. E ultima nota, quasi per la legge del contrappasso: sino a qualche secolo fa le donne erano categoricamente escluse dall’arciconfraternita. Oggi, al contrario, le donne hanno preso il sopravvento sugli uomini, non solo negli incarichi amministrativi: su 78 confratelli, le donne sono ben 45, e gli uomini solo 33.