Gallipoli e litorale ionico, furti sulla spiagge, spaccio di droga e guida da ubriachi: un arresto e denunce dai controlli dei carabinieri

Sanzionati vari chioschi per occupazione abusiva di suolo e un venditore per aver somministrato bevande alcoliche a un minore

4516

Gallipoli – Si avvicina Ferragosto e si intensificano i controlli dei carabinieri in funzione di prevenzione e repressione dei reati più di altri associati alla bella stagione, ovvero spaccio di droga e furti sulle spiagge.

Su tutto il litorale ionico, da Gallipoli fino alle marine di Nardò, Sannicola e Galatone, nei primi due fine settimana di agosto i carabinieri della Compagnia di Gallipoli segnalano alle Prefetture competenti 17 soggetti per uso di sostanze stupefacenti (soprattutto hashish e marijuana e, in due casi, anche cocaina, specialmente nei pressi delle discoteche e dei locali di intrattenimento pubblico).

Sulla spiaggia di Baia Verde il 22enne gambiano Njae Ali, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato in flagranza di reato per aver rubato lo zaino di un turista: il tentativo di fuga è stato, però, sventato dal brigadiere capo equipaggio di una pattuglia dei carabinieri che si è posto al suo inseguimento riuscendo a bloccarlo. Il ragazzo aveva con se altri 4 cellulari provento di altrettanti furti.

Pubblicità

Sempre a Baia Verde i militari hanno deferito in stato di libertà il 28enne campano A.F. per essersi impossessato del borsello di un turista barese con all’interno 500 euro in contanti.

Ad Aradeo, invece, i carabinieri hanno denunciato un 23enne del posto responsabile del furto di una borsa da donna con all’interno documenti vari e la somma di 750 euro. A Sannicola è stato un 19enne di Nardò ad essere stato denunciato perché trovato in possesso di un coltello lungo 22 centimetri.

Controlli di natura amministrativa hanno, inoltre, interessato località Baia Verde con particolare riguardo ai venditori di cibo e bevande e friggitorie: un bar è stato pesantemente sanzionato per aver somministrato bevande alcoliche ad un minore di anni 18 mentre altri due venditori di panini sono stati sanzionanti, il primo perché da “itinerante”, come previsto dalla licenza, era di fatto diventato stabile ed il secondo per l’occupazione abusiva di suolo pubblico superiore a quella concessa.

Il 55enne A.M. di Supersano ed il 35enne A.M. di Modena sono poi stati sorpresi alla guida sotto l’effetto dell’alcol, e per questo deferiti a piede libero con conseguente ritiro delle patenti e sequestro dei veicoli.

Pubblicità