Gallipoli, dopo il lungo commissariamento il Pd ritorna al congresso: eletto il nuovo segretario

2341

Gallipoli – In città torna ad esserci un partito che presto (in settembre) avrà anche una sede, organismi dirigenti (segreteria e direttivo) e persino dei tesserati. In una realtà, cittadina e oramai nazionale, in cui le presenze dei partiti si notano giusto sotto le competizioni elettorali per poi chiudere i comitati e svanire, il Pd gallipolino ha svolto nei giorni scorsi il suo congresso nominando anche la sua guida, l’avvocato Tony Piteo. (nella foto col segretario dei giovani dem,  Alessio Scigliuzzo)

Già assessore comunale e consigliere, passato dal Pds, Ds fino al partito democratico, Piteo è stato eletto per acclamazione in una sala (risultata troppo piccola) del Jolly Park Hotel, a chiusura di un commissariamento della realtà locale durato circa un anno e mezzo.

“Ho visto tanti ragazzi in campo e da loro mi è venuta la spinta maggiore – commenta il neo segretario – ad affrontare questa sfida, per recuperare valori e principi solidi e importanti utilizzando gli strumenti di oggi”. Da qui anche la ricerca di una sezione per riflessioni comuni e decisioni “da prendere sempre nell’ottica dell’interesse comune”.

Pubblicità

Il Pd in città parte dai circa 1.400 voti delle Europee del 26 maggio e dal 7% delle Politiche del marzo 2018. “Beh, un po’ di difficoltà ci sono, non lo nego, ma le sfide sono belle anche per questo”, dice Piteo che gode naturalmente dell’appoggio del Sindaco dem Stefano Minerva.

“Vorrei che si tornasse a parlare di politica, non di personalismi: basta con questi continui  litigi anche nel confronto tra le parti. Agli avversari chiedo – conclude il segretario del Pd jonico – un confronto anche duro, ma corretto e nel rispetto reciproco”. Espressioni di apprezzamento sul ritorno ai congressi ed alla organizzazione del partito nei territorio ha espresso anche il consigliere regionale Sergio Blasi, presente all’assemblea.

 

Pubblicità