Gallipoli, da fuori regione a Baia Verde per vendere superalcolici senza autorizzazione. Multe per tutti e fogli di via per tre

Controlli anche in bar e lidi per il rispetto della normativa sull'inquinamento acustico

3499

Gallipoli – Quattro ambulanti sono stati sorpresi dagli agenti del Commissariato di pubblica sicurezza di Gallipoli nel vendere bevande, anche alcoliche, senza alcuna autorizzazione. L’operazione si è svolta in località Baia Verde, nel cuore della movida estiva salentina. Nei loro confronti sono state elevate sanzioni per complessivi 20.000 euro e provenendo tre di loro da un’altra regione d’Italia, sono stati pure segnalati al Questore di Lecce per l’adozione nei loro confronti del foglio di via obbligatorio con divieto di rimettere piede a Gallipoli. I poliziotti hanno, infatti, appurato, come i tre fossero in città al solo ed esclusivo fine di svolgere l’attività illecita di venditori ambulanti senza autorizzazione.

AMBULANTI POCO “ITINERANTI” E ORARI NON RISPETTATI

Altri quattro ambulanti sono stati sanzionati per aver venduto bevande alcoliche e superalcoliche in forma itinerante su spazi pubblici ben oltre la mezzanotte e per svolgere la loro attività in forma stabile e non itinerante come permesso dalla licenza in loro possesso.

Sempre a Baia Verde, inoltre, il titolare di uno stabilimento balneare è stato denunciato dopo che gli agenti, insieme a personale della Capitaneria di porto, hanno verificato la presenza all’interno del locale di un numero di avventori superiori a quello massimo consentito.

Altri controlli hanno riguardato lo “sforamento” da parte di alcuni bar degli orari consentiti per la diffusione di musica e di piccoli spettacoli di intrattenimento. In questo caso gli accertamenti sono ancora in corso anche attraverso l’utilizzo di apparecchiature fonometriche, finalizzati a contrastare l’inquinamento acustico.

Nel corso dei controlli, infine, un senegalese di 37 anni è stato sorpreso con addosso 5 grammi di marijuana.