GALLIPOLI. La pietà popolare – si sa – dedica il mese di maggio alla Madonna: Gallipoli si venera sotto i diversi titoli di Madonna del Rosario, dei Fiori, del Buon Consiglio, e spesso poi viene portata festosamente in processione. Anche il 13 maggio (quest’anno poi non solo ricorre il centenario delle Apparizioni a Fatima, ma sono stati canonizzati anche i due pastorelli precocemente scomparsi ai primi del ‘900). Gallipoli ha voluto salutare la Madonna con una cerimonia sobria, ma commovente al tempo stesso perché ha coinvolto la comunità ospedaliera con i volontari dell’Avulss e la comunità parrocchiale. Promossa dal parroco di S.Gabriele don Piero Nestola (Copertino) e dal cappellano ospedaliero don Marcello Spada (Gallipoli), si è snodata, con le candele accese (come da tradizione) la “Via Matris” composta da un centinaio di pellegrini. Partendo dall’ospedale, ha attraversato un tratto della SP Gallipoli-Alezio, per poi raggiungere la parrocchia, dove è stata celebrata la Messa.

Pubblicità

Commenta la notizia!