“Gallipoli, bella soprattutto adesso, ma in giro c’è quasi aria di chiusura”

5274
Foto di giovani vacanzieri settembrini a Gallipoli, estate 2014
Foto di giovani vacanzieri settembrini a Gallipoli, estate 2014

GALLIPOLI. Settembre, ancora turisti in città e ancora tanti giovani in giro, con bici, abbronzatura, allegria e curiosità. è questa una bella novità e – si spera – realtà in crescita tanto da farsi notare. È il caso di alcuni gruppi di giovani e giovanissimi villeggianti tra i 18 e i 26 anni di Roma, Frosinone, Salerno, Catania, Parma e tanti altri incontrati a Gallipoli in questi giorni, anche stranieri che alla movida estiva hanno preferito una vacanza divertente ma anche rilassante.
La giornata settembrina inizia in genere presto, con una lunga passeggiata a piedi o in bicicletta; il loro giro prosegue per le spiagge libere o gli stabilimenti ancora aperti per un bel bagno in mare; la sera la tappa obbligatoria è nel centro storico per visitare chiese e musei e fermarsi in qualche locale tipico. Incantati dall’ospitalità dei gallipolini, ingolositi dai prodotti tipici che si porteranno anche nelle loro città “come le friselline, i peperoncini e i liquori artigianali alla mandorla, alla nocciola e al limone” e affascinati dall’artigianato locale “soprattutto dagli oggetti fatti con le conchiglie”. Tanti di loro non si dimostrano per nulla turbati dalle critiche piovute sulla città in agosto. «È normale che nei posti dove si riuniscono così tanti giovani succedano dei problemi, Gallipoli non è né la prima né l’ultima città dove succedono queste cose», commentano Chiara Planera, Ilaria Fezga e Lara Lucidi di Roma, appoggiate dagli amici Alessio Ruggeri e Piero Mattei di Frosinone. «Abbiamo scelto Gallipoli perché abbiamo sentito che è diventata una meta ambita per l’aria pulita e il mare; infatti ci sta piacendo moltissimo questa tranquillità. Per adesso possiamo fermarci solo una settimana perché dobbiamo tornare a lavorare, ma speriamo di tornare presto».

Diverso il discorso di Filomena, Marilena e Giusy, tre ragazze di Salerno giunte qui per un passaparola di amici: «Gallipoli è bella anche e soprattutto in questo periodo. Certo, però, ci aspettavamo ci fosse più gente; credevamo che il movimento e le attrattive continuassero come ad agosto… ma come si sta bene in questo periodo!». Pienamente soddisfatti anche Tommy, Ale, Veronica, Angelo, Marta e Andrea di Catania: si sono sentiti come a casa loro, ma sono venuti a settembre solo per motivi di lavoro, avendo lavorato tutta l’estate come animatori in diversi villaggi turistici. E Lorenzo con altri nove coetanei, tutti romani, hanno fatto tappa a Gallipoli per poi andare a fare escursioni a Otranto, Pescoluse, Lecce e Ostuni. Tutte tappe prefissate.

Pubblicità