Guido ApreaGALLIPOLI. Questioni calde sul tavolo del commissario prefettizio Guido Aprea (foto) in vista anche della prossima stagione turistica di Gallipoli. Passi istituzionali importanti compiuti in questi giorni per garantire maggiore ordine e sicurezza nel settore turistico e commerciale della città (con servizi e risorse da impegnare in tale direzione), e iniziative mirate a frenare il fenomeno delle occupazioni abusive degli alloggi popolari e a velocizzare la realizzazione di nuovi alloggi di edilizia residenziale pubblica. In tali direzioni si sono svolte le ultime riunioni a palazzo Balsamo e il viceprefetto vicario ha ricevuto la delegazione della sezione turismo di Confindustria, quella degli operatori turistici e quella degli operatori balneari del territorio gallipolino.
Ancor prima si è svolta la riunione relativa al depuratore consortile di Gallipoli, Alezio, Sannicola e Tuglie, con il presidente dell’Autorità idrica pugliese, il sindaco di Lecce Paolo Perrone. «Il primo passo concreto è stato già individuato e sarà una riunione tecnica a Bari con l’Aip e l’Aqp, che è parte integrante per questa questione e che si svolgerà in tempi molto ristretti – dice il viceprefetto Aprea – quindi, si passerà alla fase più operativa, con la possibilità di presentare progettualità in grado di dare risposte esaustive ad una questione particolarmente sentita dalla collettività gallipolina».

Nell’incontro con gli operatori turistici invece espressa l’intenzione del prefetto Claudio Palomba di stipulare un “Patto integrato per la sicurezza” dedicato proprio per la città di Gallipoli, raccordato insieme alla Regione e al ministero dell’Interno e che sarà preceduto da una pre-intesa che verrà firmata nelle prossime settimane e che vedrà coinvolti, oltre alle istituzioni già citate, anche le categorie private rappresentate da imprenditori, commercianti ed operatori turistici, chiamati a dare il proprio apporto, concreto e fattivo, nell’attuazione del patto.

Altro tema sul quale il commissario Aprea aveva già anticipato la necessità di avviare interventi e azioni mirate è quello legato all’edilizia pubblica residenziale e in particolare alle soluzioni per fronteggiare il nodo delle occupazioni abusive e di garantire la realizzazione di nuovi alloggi per risolvere l’emergenza abitativa. Un focus incentrato su tale tematica, promosso da Aprea, si è svolto alla presenza della dirigente dell’Arca Sud Salento, Sandra Zappatore, nonché del sub commissario, Vincenzo Calignano e dei tecnici comunali. Si cercano soluzioni operative per garantire le legittime assegnazioni, frenare le occupazioni abusive e dare corpo ai lavori di ristrutturazioni degli immobili popolari e alla realizzazione dei 32 nuovi alloggi legati ai Pruacs nel complesso ex Capuccini. Nominato anche il secondo sub commissario vicario Claudio Sergi.

Pubblicità

Commenta la notizia!