“Gallipoli 2019” è sbarcato in Europa. Tutto esaurito nelle due date di Berlino; domani la band dei Beirut si esibisce in Belgio

1547

Gallipoli – Tutto esaurito per le prime due date europee di “Gallipoli 2019”, il tour mondiale della band americana “Beirut” che sta portando in giro per il mondo il loro quinto album dedicato alla perla del Salento, Gallipoli. Alla città ed al suo fascino hanno anche dedicato un brano del disco, uscito dopo un silenzio di tre anni e registrato tra Berlino e Guagnano (Studiosudest).

Il Gallipoli tour è iniziato lo scorso 10 febbraio al Brooklyn Steel della città newyorkese ed è continuato in molte altre città americane, come Boston, Washington, Chicago, Seattle, Los Angeles per dirne alcune, riscuotendo sempre un successo di pubblico, testimoniato dalle numerose date sold-out.

Zach Condon e i suoi si sono poi diretti in Canada, per esibirsi a Vancouver, Montreal e Toronto.

Pubblicità

Il 30 e il 31 marzo i Beirut sono sbarcati in Europa, attraccando sulle rive della Sprea, fiume della capitale tedesca, per esibirsi alla Funkhaus, storica sala da concerti tedesca nata nel 1956 e che ha ospitato band come i Depeche Mode.

Domani sera, 2 aprile, saranno in Belgio, al Forest national di Bruxelles, per poi continuare in Olanda, Francia, Regno Unito, Austria, Svizzera, Spagna. La band di Zach Condon si esibirà anche in Italia per l’unica data italiana all’Alcatraz di Milano.

Il tour continuerà portando in giro il nome di Gallipoli, fino al 30 agosto quando la band si esibirà per l’ultima data che si terrà all’End of the road festival di Salisbury nel Regno Unito, festival che il giornale The Guardian ha definito “una sincera e onesta celebrazione musicale”.

“Gallipoli” continua a ricevere elogi dalla critica nazionale e italiana, che ha definito l’album uno dei migliori lavori della band di Zach Condon, in cui la sperimentazione si fa largo, mantenendo tuttavia un legame con la strada tracciata dai lavori precedenti.

 

Pubblicità