Galatone si prepara alla Pasqua e alla festa del Crocifisso: quest’anno sul web

1484

Galatone – Momenti di tradizione e di fede, da sempre irrinunciabili, a causa dell’emergenza Coronavirus quest’anno i riti di preparazione alla Pasqua e ai festeggiamenti del Santissimo Crocifisso viaggiano in streaming.

La festa più sentita della città, in programma normalmente dal 2 al 4 maggio, prevede un mese di liturgie dette “responsori” (“tisponsi”, nel dialetto locale) al termine della Messa nel santuario, assemblee cantate in cui la città invoca la propria fede verso il Santissimo Crocifisso e al termine delle quali vengono esplosi dei botti.

Vista l’impossibilità di poter vivere momenti di aggregazione, saranno i canali social del Santuario e del Comune a trasmettere le funzioni tenute da don Pinuccio Orlando. Appuntamenti al via il primo aprile (ogni sera alle 19:30), con la Messa dei Miracoli del 3 aprile in onda alle 14, in occasione dei tradizionali “Tre aprilianti” (a un mese esatto da giorno di Festa). Pausa (come vuole l’usanza) solo per i riti della Settimana santa: dalla Domenica delle Palme all’Ultima cena, per concludere con la veglia di sabato santo con la Messa. I Tisponsi riprenderanno il lunedì di Pasquetta e accompagneranno la comunità fino alle celebrazioni dei primi di maggio, che certo saranno unici nella storia.

Intanto già in questi giorni e fino a sabato 4 viaggia sui balconi il “Santu Lazzaru”, il celebre canto della passione intonato, normalmente, per le vie delle strade da gruppi organizzati durante la Quaresima. È la Compagnia ti Santu Luca, attraverso un video su facebook, a guidare con strofe e note.