Galatone, luminarie in piazza ed è già aria di festa

1468

GALATONE. Le luminarie firmate “Marianolight” iniziano a rivestire il borgo antico e in paese si respira aria di festa. Mancano, infatti, pochi giorni alla benedizione con la reliquia della Santa Croce (la serata del primo maggio) con cui si aprono ufficialmente i festeggiamenti per il Crocifisso della Pietà. Intanto, nell’insigne Collegiata dell’Assunta la comunità cattolica si prepara partecipando numerosa alla preghiera in canto de “lu tisponsiu” (foto in alto a sinistra). Alla luce delle indicazioni degli uffici della Curia vescovile, non ci sarà l’“asta per l’aggiudicazione della statua”: chi intende portare a spalla, in processione, il simulacro del Crocifisso, può iscriversi su l’apposito elenco presso la parrocchia di appartenenza. Il Comitato festa continua, intanto, a lavorare sul cartellone degli eventi civili. Di certo ritorna l’accensione musicale delle luminarie; ci saranno i concerti bandistici di Conversano, Lecce e Galatone e, il 3 maggio, i fuochi d’artificio. Il 4 a sera, poi, piazza San Sebastiano sarà animata dal “Festival Bar Italia” con Vanny Deejay e Fabio Marzo. Attesissimo, infine, il “Bolero” di Ravel, a notte fonda in piazza Costadura.