Gallipoli – Esce oggi, giovedì 10 maggio, “We Believe”, il primo album di Gabrielle De Rosa, 19enne gallipolina iscritta al primo anno di “Scienze e tecnologie dell’ambiente” dell’Università di Lecce ed al secondo anno del Conservatorio di Lecce (chitarra classica). «La musica è sempre stata per me un potente mezzo di comunicazione» afferma Gabrielle. L’opera prima è un’autoproduzione frutto di anni di lavoro con diversi brani in italiano: «Sono entrata in studio a novembre e ne sono uscita ad aprile – spiega Gabrielle – è stata dura conciliare le registrazioni, il mix ed il mastering con gli impegni universitari ma ne sono soddisfatta, perché ho trovato in quest’album una piena realizzazione delle mie idee». «Sono sempre stata creativa – continua l’artista – da bambina componevo anche poesie ma dopo aver scritto il mio primo libro “Save me. Diario di una principessa in sala d’attesa” (2015), ho iniziato a scrivere romanzi di genere fantasy. Intorno ai 13-14 anni ho poi iniziato a mostrare in pubblico alcune di queste canzoni. Ho sempre voluto essere “internazionale”, perciò fin da piccola ho imparato a cantare e poi a parlare bene l’inglese, con la voglia di trasmettere al mondo emozioni anche attraverso le parole e non solo con i suoni». La giovane artista gallipolina ha iniziato a studiare musica e canto a 8 anni da autodidatta, prendendo poi, nel biennio 2015/2016, due anni di lezioni di canto con il metodo Speech Level Singing, ideato da Seth Riggs (attore, cantante e vocal coach Americano che ha lavorato con Michael Jackson, Prince, Madonna e altri grandi artisti di fama mondiale).  «Due anni per migliorare le capacità tecniche e costruire un piccolo bagaglio personale per esercitarmi e migliorare sempre – continua – e oltre ai concorsi locali ho frequentato vari stage professionali come Joyful Sound con Philip Hamilton e Fabrizia Barresi, il corso di formazione per cantautori organizzato dal Tour Music Fest 2012 al CET di Mogol ed una master-class con Bungaro. Mi piace fare esperienze collaborative e di crescita personale e spesso collaboro con altri artisti, anche se di generi diversi dal mio, che può classificarsi come un country pop/indie».

Tra i musicisti che hanno preso parte al nuovo progetto discografico, realizzato nello studio “Better Days Records”, ci sono Fabio Bianco (basso), Antonio Russo (batteria) ed  Oscar Tarantino (tastiera), tutti di Nardò. Per il futuro è prevista la pubblicazione di un nuovo singolo e di alcuni videoclip.

Pubblicità

Commenta la notizia!